Basket, C2/m: Olimpia-Aimeri 82-59

Torna alla vittoria l’Olimpia Battiati contro il derelitto Aimeri Ambiente Giarre, giunto all’ottavo stop consecutivo.

Olimpia-Aimeri 82-59
PalaBattiati di Sant’Agata li Battiati, 22 dicembre, 19:30

Olimpia Basket Battiati: M. Viola, Squillaci 6, Santangelo 13, Fichera, Failla 5, Sibillia 16, Di Mauro 2, Cavalli 11, Giusti 17, Pappalardo 12. All.: C. Viola.
Aimeri Ambiente Giarre: Ricci ne, D’Urso, Spina 9, Quattropani 16, Castorina 11, Ciaurella 3, Vasta ne, Spadaro 4, Marzo 8, Cutuli 8. All.: Orestano.
Arbitri: Conti di Gravina e Di Natale di Catania.
Parziali: 25-13, 18-18; 15-13, 24-15.

La sfida-salvezza tra Battiati e Giarre si conclude con la vittoria, netta, della squadra di Carmelo Viola, che domina per quasi tutta la partita. L’Aimeri Ambiente, dal canto suo, prova a svegliarsi solo nel secondo parziale, pi per demeriti avversari che per meriti propri. Entrambe le squadre giocano in maniera fin troppo confusa, affidandosi pi ai singoli che al gruppo.

Il Battiati parte molto bene dal punto di vista del punteggio: subito Giusti mette a segno due triple consecutive e fino a met del primo parziale Giarre non reagisce se non su iniziativa di capitan Quattropani. Dal punto di vista disciplinare, per, tutto all’opposto: Battiati nervoso e falloso, Giarre che ci va con i guanti di seta. Nel secondo parziale, Giarre prova a reagire. Sono pi duri i contrasti (con Failla e Pappalardo che raggiungono gi quattro falli a testa) ed pi difficile il gioco. Vengono sbagliati una marea di tiri liberi, soprattutto da Marzo jr., che segna il primo alla fine del primo tempo dopo averne mancati otto consecutivi. Giarre, comunque, non si demoralizza e mantiene invariato il distacco.

La partita diventa fiacca negli ultimi due periodi. L’Aimeri Ambiente molla, Battiati controlla e si permette il lusso di leggerezze come sbagliare contropiedi in uno contro zero e segnare 7 punti su 15 sui tiri liberi. Giarre diventa sempre pi falloso: Conti e Di Natale rimandano in panchina Quattropani e Marzo prima del tempo per cinque falli e Cutuli rischia grosso in pi occasioni. Alla fine, il capitano locale Sibillia e un’altra tripla di Giusti aumentano il distacco fino a +23.

R.B.C.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*