Basket, B2/f: Lazùr-Belvedere 57-55

La Lazr si rif della sconfitta di Canicatt battendo il Belvedere Partinico.

Lazr-Belvedere 57-55
PalaGalermo di Catania, 8 marzo, 16:00

Lazr Catania: Hristova 19, La Manna 4, Formica 5, Argentino, DAngelo 9, Aleo 13, Pappalardo 7, Parisi, Granata, Di Stefano. Allenatore: Aleksandrova.
Belvedere Partinico: Spinella 2, Lo Cricchio 10, Giostra 11, Tini 8, M. Lo Porto 7, Noto 8, O. Lo Porto 9, Di Fara, Vonni ne, Di Marco ne. Allenatore: Zangara.
Arbitri: Centrorrino di Rometta e Gaglio di Messina.
Parziali: 13-12, 29-33, 46-41.

img_4408.jpg
ECCO IL RISCATTO. La Lazr di Sashka Aleksandrova ha riscattato la sconfitta di Canicatt [S.Pappalardo].

Vittoria casalinga per la Lazr Catania. Nella seconda giornata della poule- promozione del campionato di serie B femminile di basket, la squadra catanese ha piegato, per 57-55, il Partinico. Al Palagalermo, il quintetto allenato da coach Sashka Aleksandrova ha rimontato alla grande nel terzo parziale, superando la forte compagine avversaria. La gara stata molto dura. Gli arbitri hanno permesso alle ospiti diversi interventi fallosi, ma le lazurine non hanno perso mai la testa. La svolta dellincontro avvenuta nel terzo quarto.

Le padrone di casa, in campo, con un 1-3-1 molto aggressivo, sono passate in vantaggio, gestendo poi bene gli ultimi due minuti del match. La formazione del presidente Federico Cicero ha dimostrato maturit e compattezza. Importante il contributo offerto da tutte le giocatrici. In evidenza soprattutto Hristova, importante in difesa, Formica, che fa fatto valere i suoi centimetri e il suo palleggio, La Manna, aggressiva e determinata, Argentino, come sempre preziosa in fase difensiva, capitan DAngelo, una autentica lottatrice e Aleo, che ha gestito bene la fase offensiva.

Nonostante ben dieci triple realizzate, il quintetto del tecnico Zangara si dovuto arrendere alla grinta e alla voglia di vincere della Lazr Catania, che ha conquistato un importante e meritato successo. Il cammino del team etneo prosegue, con la speranza di raggiungere traguardi sempre pi prestigiosi.

Umberto Pioletti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*