Basket, P/m: Gravina-Energy 52-38

Un po’ in ritardo, ecco il resoconto di Gravina-Energy 52-38.

Gravina-Energy 52-38
Palazzetto di Gravina di Catania, 1 aprile, 18:00

Sport Club Gravina: Di Nicola 2, Musumeci 1, Carbo 6, Cavallari (k) 14, La Mantia 11, Lattuca, C. Gullotti 13, Pan, Arena 5, Florio. All.: Angirello.
Energy Club Catania: Meli 8, Guerra 18, Benina 6, Lombardo 2, Casicci 4, Guglielmino I, Quartarone. All.: Alonzo.
Arbitro: L. Barbagallo di Aci Sant’Antonio e Piana di Catania.
Parziali: 19-8, 12-10; 10-9, 11-11.
Spettatori: 20.

Ben poco da dire su questa gara. L’Energy parte senza Valerio Papotto e Domenico Lo Certo ed nettamente inferiore rispetto ai ragazzini del Gravina: la squadra di Angirello presenta in campo sette under-17 su dieci, gli altri tre sono Cavallari (devastante finch non s’infortuna), Gullotti e Arena.

Il protagonista principale comunque La Mantia, autore di tre triple consecutive nel primo tempo: chiude lui la gara. Anche perch, dall’altra parte, Guerra l’unico a crederci fino in fondo nell’Energy, con Benina e Meli che tentano anche loro di fendere la difesa gravinese, senza molto successo. Gli altri danno ben poco in campo.

La gara per da ricordare per le continue proteste. Alla fine del secondo periodo, Ciccio Casicci segna da centrocampo oltre il suono della sirena: per dieci minuti buoni Alonzo e Guerra litigano con gli arbitri per la mancata assegnazione dei tre punti.

La gara poi diventa spigolosa, in breve tempo escono per cinque falli Lombardo, Guglielmino e Guerra, lasciando la squadra in quattro. L’ultimo fallo di Concetto Guerra crea un ulteriore contrasto con gli arbitri e si rischia lo scontro: fortunatamente prevale il buon senso. Ogni tanto.

Roberto Quartarone

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*