Basket, P/m: le catanesi in Promozione

Futura Club, Patern e le altre: ecco le catanesi della Promozione.

Promozione Catania

Promozione Ragusa

Sono nove le squadre della provincia di Catania che quest’anno hanno preso parte al campionato di Promozione. L’A.S.D. Futura Club Catania e l’A.S.D. Basket Club Patern hanno ottenuto la promozione in Serie D al termine della stagione regolare, mentre l’Elephant Basket Catania A.S.D., l’A.S.D. L’Elefantino, l’EuroVirtus, l’A.S.D. P.G.S. Ilga Palagonia, l’A.Dil. Grammichele Basket, l’A.S.D. Energy Club e la Pol. Libertas Caltagirone (quest’ultima inserita nel girone ragusano) prenderanno parte alla Promozione anche nel prossimo anno. A queste, vanno aggiunte le riserve del CUS Catania e dello Sport Club Gravina, considerate fuori classifica.

Ancora non sono disponibili le interviste di Ilga e Caltagirone.

Luigi Angirello, allenatore-giocatore della Futura Club: L’avventura iniziata quando ho smesso di giocare con il Gravina: ho preso questa societ, fondata nel 1996 e riattivata l’estate scorsa, e ho chiamato un gruppo di amici per giocare insieme. Contavamo anche su Leonardi e Di Nicola e siamo stati promossi battendo il Patern. Per il prossimo anno, metteremo in campo una squadra di 16-17enni, comunque la pi giovane possibile, aggiungendo un paio di “anziani” tra cui il pi grande dovrei essere io. La Serie D sar fatta esclusivamente per far crescere i giovani. Ancora per non ci sono sicurezze; come si suol dire, virennu facennu…!

Alberto Fam, presidente del Basket Club Patern: stato un campionato molto soddisfacente: era nei nostri obiettivi migliorare il risultato dellanno scorso. I ragazzi, tuttavia, hanno superato le nostre ambizioni: in campo sono stati coriacei e hanno dato tutto ci che potevano. I risultati si sono visti e tutti hanno avuto modo di mettersi in evidenza. Per il prossimo anno, stiamo cercando qualche sponsor e speriamo di riconfermare il tecnico Enrico Fam, che potrebbe passare la mano per altri impegni sportivi. Lobiettivo la salvezza, sar un campionato di riflessione per far crescere i ragazzi e inserire dei nuovi talenti delle giovanili. Manchiamo da due anni dalla Serie C2 e quindi gi dal campionato successivo tenteremo la promozione. Infine, continua il nostro accordo di interscambio con il Siciliamo, per tutti i ragazzi che non trovano ladeguato spazio da noi.

Damiano Capodicasa, dirigente-giocatore dell’Elephant Basket: Rispetto alle aspettative, la stagione andata abbastanza bene. Lo scorso anno siamo arrivati quinti e in questo campionato abbiamo raggiunto un meritato terzo posto. E pensare che se avessimo vinto contro Gravina, Futura e Patern saremmo arrivati ancora pi vicini alla promozione Questanno abbiamo avviato anche un progetto giovanile e in questottica sto facendo il corso di allenatore. In questo modo, rimarr nella societ pur giocando di meno: le ginocchia iniziano a scricchiolare! A settembre ci vedremo per la preparazione atletica: nella prossima stagione lobiettivo la Serie D, siamo in cerca di sponsor e stiamo mettendo tutti i mezzi per fare una formazione competitiva e gi cerchiamo qualche buon giocatore per la squadra. Apriamo le porte a tutti, ma la nostra filosofia di creare il gruppo con persone prima che giocatori: in passato non abbiamo preso alcune teste pazze proprio per evitare di rompere larmonia dello spogliatoio. Tra i miei compagni, faccio un grosso plauso a Roberto Comito, che con impegno e costanza ha fatto la differenza in campo: si meriterebbe almeno la Serie D.

Pippo Vittorio, presidente de L’Elefantino: Quest’estate un gruppo di miei amici, tra cui alcuni con cui giocavo all’Orsa negli anni settanta, mi ha chiesto di organizzare la squadra maschile per partecipare alla Promozione: ho acconsentito e sono felice della possibilit che ho loro dato di potersi divertire insieme. A loro si sono aggiunti alcuni giovani, per rendere la squadra pi equilibrata. Il campionato andato abbastanza bene e finch hanno voglia di giocare L’Elefantino parteciper alla Promozione. La nostra squadra sempre aperta a tutti coloro che vogliano giocare divertendosi.

Massimo Finocchiaro, allenatore dell’EuroVirtus: Per noi era la prima volta in Promozione e questanno andata cos cos. Abbiamo perso alcune partite che si potevano vincere, ma in fin dei conti stata unesperienza abbastanza buona. Lanno prossimo cercheremo di fare ancora la Promozione, ampliando il nostro roster che questanno era formato da tanti ragazzi che venivano da varie societ. Speriamo inoltre di ampliare ulteriormente il settore giovanile, che gi conta su under-13, esordienti e minibasket.

Alessandro Lo Bianco, dirigente-allenatore del Grammichele Basket: Abbiamo concluso questo campionato di Promozione al terz’ultimo posto, perdendo alcune partite di pochi punti anche con squadre molto pi forti. La squadra era formata in prevalenza da diciassettenni, aiutati da qualche ragazzo pi grande che aveva giocato in passato con il vecchio Grammichele e il Vizzini. Quest’anno abbiamo anche ottenuto dei buoni successi con le giovanili, con una semifinale provinciale dell’under-15 e i quarti dell’under-13. Tra le altre, abbiamo anche il minibasket, l’under-13 e le esordienti femminili e abbiamo in progetto di introdurre il music basket. L’anno prossimo ci ritroveremo per fare la Promozione, anche se abbiamo un grosso problema con il campo: giochiamo all’istituto tecnico, ma ci alleniamo nella palestra delle elementari, che non regolamentare. Speriamo comunque di migliorare dal punto di vista tecnico.

Claudio Alonzo, presidente-allenatore dell’Energy Club: Durante questa stagione abbiamo fatto un buon lavoro, considerando che dei ragazzi del gruppo dei titolari non hanno giocato e verso la fine del campionato varie volte ci siamo allenati con quattro elementi. Abbiamo raccolto molto meno di quanto avremmo meritato, ma abbiamo fatto la nostra figura anche contro squadre molto pi forti, come Futura e CUS. Sono felice per la crescita di Domenico Lo Certo, Gianluca Benina e altri. Domenico pu giocare almeno in Serie C2, perch ha delle doti tecniche d’altra categoria, fondamentale per la squadra, ha una media di venti punti a partita. Spero che l’anno prossimo continui il nostro progetto, puntando sempre sul gruppo che, senza dubbio, il nostro migliore punto di forza.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*