Basket, C Dil.: Adrano-Prativerdi 64-57

Adrano Unifarmed: dai ragazzi, siamo ancora VIVI

Adrano-Prativerdi 64-57
Villa Comunale di Adrano, 30 aprile, 19:30

Sporting Club Adrano: Russo ne, Vitale 10, De Masi, Belli 6, Schisano 12, Tredici 13, Duscio, Grasso 16, Fam 7, Leanza ne. All.: Bordieri.
Prativerdi Siracusa: Ventura ne, Verrigni 3, Giarratana ne, Rea 7, Agosta 22, Nesti 10, Spinosa ne, Cornejo 5, Bianchini 6, Sacc 4. All.: Marletta.
Arbitri: Cardano e Salustri di Roma.
Progressivo: 12-18, 30-28; 50-47.

LUnifarmed Adrano conquista gara due, contro la prativerdi Siracura in una partita sul filo del rasoio, una partita tesa per la paura di perdere da entrambe le squadre, che hanno giocato una pallacanestro contratta ma non per questo non spettacolare e con intensit agonistica da vendere.
In settimana il coach dellAdrano G.Bordieri urlava ai propri ragazzi io ci credo ancora, e voi?, e i bianconeri continuavano ad allenarsi a testa china per la concentrazione e la determinazione; caro coach, i tuoi ragazzi ieri sera te lhanno urlata la risposta alla tua domanda; SI !
Il Prativerdi sapeva che ad Adrano non sarebbe stato facile portare a casa il risultato, anche per la presenza di un tifo che non smette mai di incitare i bianconeri, ma ieri sera la tensostruttura di Adrano ha dato il meglio di se , esplodendo per i cori e il rullo del tamburo dellarmata bianconera.
Palla a due fischiata dalla coppia arbitrale romana, che alla fine si dimostrata allaltezza della situazione, in una partita che non ha risparmiato sicuramente intensit agonistica, ma sempre con leale sportivit da entrambe le squadre, lunica nota negativa di una bella serata di basket, la botta che il giocatore della Prativerdi. E.Nesti, ha rimediato sul sopraciglio, per una involontaria gomitata, e al livornese va un applauso da parte di tutti per essere nuovamente entrato in campo e disputato una grande gara, con grande correttezza che oltre tutto caratterizza tutta lamica societ del Siracusa.
Inizia la gara, e il napoletano A.Tredici mette subito due triple per far scaldare il pubblico e il campanaccio che nelle grandi occasioni non manca mai, nel pitturato zona rossa, si fa battaglia con il gladiatore M.Grasso, e limmenso F.Schisano che lottano ogni rimbalzo e stoppano di tutto.
Alla regia il Fenomeno G.Vitale a denti stretti per piccoli problemi fisici, gioca una partita da incorniciare in cui butta il cuore aldil di ogni ostacolo, e dimostra di essere il metronomo della squadra senza perdere una battuta.
Il toscano G.Belli gioca una partita concentrata correndo ad ogni palla, e non delude le aspettative dopo lesaltante partita di garauno dove stato il migliore in campo.
Ottima la prestazione di E.Fam che si riscatta della partita un po opaca di domenica e scuote la propria maglia nei canestri importanti realizzati, e ricorda a tutti e soprattutto a se stesso lottimo giocatore che .
Contribuiscono allimpresa anche S.Duscio, D.De Masi e D. Russo e R.Leanza che appena chiamati per entrare nel parquet dimostrano di essere allaltezza della situazione dando sempre sicurezza al resto della squadra.
In fine il cocth dellAdrano, G.Bordieri , Siracurano di nascita, prepara una partita nei minimi dettagli senza lasciare nulla al caso, e nei quaranta minuti si visto il lavoro di questi giorni, per lui una grande soddisfazione, una grande stagione che lo ha visto protagonista di questa impresa dellUnifarmed Adrano.
I risultati dei quarti 12-18, 30-28 allintervallo lungo, 50-47, e 64-57 alla sirena finale dimostrano quanta difficile stata questa partita per entrambe le squadre, che hanno giocato delle ottime difese, ma questa volta quella dellAdrano ha avuto la meglio, in una gara perfetta, dove alla sirena finale esplosa la festa.
Ora si ritorna a Siracusa per gara tre, forse in pochi ci credevano, ma tutto il roster Adranita, in testa il Presidente R.Menza e tutta la dirigenza, conoscendo le possibilit della squadra, erano fiduciosi nella vittoria, e sapevano in cuor proprio di dover prenotare nuovamente il pullman che porter tutti i tifosi a garatre.

Forse sar esagerato sentire il cuore uscire dal petto ogni secondo che passa per una partita di basket, lo sar anche abbracciarsi e saltare tutti insieme alla sirena finale, forse sar esagerato piangere a fine gara, per una partita di basketma se tutto questo accade, vuol dire che si fatta un impresa, si scritti la storia, piccola o grande che sia, ogni uno con la propria storia a custodirla, a riscriverla, a migliorarla, questo Adrano ieri sera ha scritto la storia del basket Adranita che mai sperava di arrivare fino a qui ma che lo ha sempre sognato, e lo si dice anche ai bimbiavvolte i sogni diventano realt.

Ufficio Stampa
-Sporting Club Adrano-

Giorgio Sampieri

Risultati della 32a settimana

1 Trackback / Pingback

  1. CORRIDOIO, porte d'interferenza » Alessandro Sacc, vincitore a Siracusa

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.