Catanesi in Serie D: un’annata difficile

Una formula incerta ~ Paternò, Belpasso e Zafferana si impongono nel girone di ritorno ~ Battiati crolla dopo una buona andata ~ Futura, Acireale e Riposto: stagione no.

testataclassifica
risultati

battiati-futura
TRIPLA. Giuseppe Giusti dell’Olimpia Battiati segna una tripla. stato uno dei senior della squadra di Cassisi e Privitera [Basket Catanese].

Che sarebbe stata unannata difficile lo si era capito gi alla prima giornata, quando le squadre catanesi del Girone B di Serie D totalizzarono lo sconfortante risultato di una vittoria (Battiati contro Belpasso) e sei sconfitte, con una media punti di 60-73. Tirando le somme, le sette squadre etnee hanno fatto un campionato per conto loro, disinteressandosi da subito alla corsa per la Serie C2 e preoccupandosi, pi che altro, di mantenere la categoria. In estate, i problemi della FIP, che ha dovuto far fronte a tante rinunce, si sono riflessi in una formula cambiata pi volte e annunciata ufficialmente solo a pochi giorni dallinizio. Ci ha creato confusione anche negli addetti ai lavori e sicuramente ha dato vita ad un torneo squilibrato e che ha perso buona parte dellinteresse gi alla fine del girone dandata.

La suddivisione orizzontale delle societ siciliane (quelle del sud nel Girone A siracusane e ragusane pi unennese, una nissena e una agrigentina e quelle del nord-est nel Girone B palermitane, messinesi, catanesi e laltra ennese) ha creato due raggruppamenti disomogenei e con un dislivello notevole. Nel Girone A si giocato fino alla fine, con quattro squadre (Piazza Armerina e Gela, promosse, pi Augusta e Ispica) che avevano una marcia in pi. Nel girone delle catanesi, invece, sin dallinizio si creata una spaccatura abissale tra il Basket School Messina, indiscusso dominatore del torneo, e CUS Palermo, Peloro, SantAgata e Regalbuto. Le ultime tre hanno poi avuto un visibile calo nel girone di ritorno che ha permesso a messinesi e cusini di raggiungere in anticipo la promozione.

battiati-patern
RIMBALZO. Marco Pappalardo del Battiati contende a Luigi Emanuele del Patern un rimbalzo [Basket Catanese].

Dalle indicazioni della prima giornata, lunica catanese convincente quindi pareva essere lOlimpia Basket Battiati di Angelino Cassisi, retrocessa dalla Serie C2 e ripartita con lintento di finire tra le prime due. La squadra si basava sui senior Pierpaolo Sibillia e Giuseppe Giusti, pi Di Mauro, La Fauci e tanti ragazzi del vivaio. Nel girone dandata, per la squadra del presidente Carmelo Viola ha vinto un solo scontro diretto, contro il SantAgata. A fine anno, Cassisi ha lasciato la squadra ad Enzo Privitera e, dopo la vittoria contro la Futura, iniziato il calvario: una sola vittoria, per di pi con difficolt sulla cenerentola Roma Nord, e 11 sconfitte. Per lOlimpia rimane il merito di aver dato spazio ad alcuni ragazzi del 91.

Alla distanza invece venuta fuori la matricola Basket Club Patern di Giovanni Rao. La squadra paternese ha mantenuto quasi interamente il blocco dei ventenni che avevano ottenuto la promozione (Andrea e Fabrizio Lo Faro, Fiorito, Musumeci, Tommaso Rao), a cui sono stati aggiunti alcuni elementi pi esperti del Siciliamo, che ripartito dalla Promozione (Emanuele, Bertolo e Asero), e qualche altro giovane. Dopo una partenza difficile con cinque sconfitte consecutive, i biancorossi si sono presi varie soddisfazione, tra cui le vittorie sul CUS Palermo e a Battiati. Il quinto posto finale stato davvero un buon risultato.

patern
VITTORIA. Il B.C. Patern dopo una vittoria: la societ paternese stata la migliore tra le catanesi della Serie D [Basket Catanese].

Unaltra squadra che ha avuto bisogno di un po di tempo per carburare stata lAzzurra Onlus Belpasso di Gerardo Liguori. Si trattata di una stagione di transizione per gli etnei, al secondo campionato in Serie D. Dopo aver rivoluzionato il quintetto sono rimasti solo Ras e Tallarico, a cui si sono aggiunti i positivi Concorso, Famoso e Imm , lAzzurra ha capito il proprio ruolo solo alla settima giornata, con la vittoria a Zafferana. Da quel momento, si costruita la salvezza con alcune buone affermazioni, tra cui spiccano quelle su SantAgata e Regalbuto. Lanno prossimo i giovani del vivaio belpassese dovrebbero avere pi spazio in prima squadra.

Si distinto anche il Basket Club Zafferana che lanno scorso era retrocesso al termine di un campionato travagliatissimo ed stato ripescato in estate. Questanno, Giuseppe Sapienza e Stefano Privitera hanno affiancato lex Giarre Santo Spina a Fichera, Contarino, Leotta, Spoto, Moretto e M. Privitera e la salvezza arrivata con qualche giornata danticipo. La stagione si conclusa con laggancio allottavo posto di Battiati e Futura. La squadra ha s perso dodici partite nelle prime tredici giornate, ma poi ne ha vinte sette, con i successi in trasferta a Regalbuto e Messina contro la Peloro e in casa contro il CUS Palermo, la vicecampione della categoria.

battiati-futura
DOPPO IMPEGNO. Giovanni Gullotti della Futura Club in terzo tempo; la giovane guardia ha giocato il girone d’andata in C2 con il Gravina [Basket Catanese].

Poco da dire sulle altre tre. Nella neopromossa Futura Club Catania, filiale dello Sport Club Gravina, lallenatore Giovanni Leonardi e i dirigenti non si sono riusciti a trovare n lassetto tattico n quello mentale per andare oltre una sofferta salvezza. Anche alla Pallacanestro Acireale (satellite del Basket Acireale) non tutto filato liscio, con i ragazzi di Gigi Sgroi che hanno dimostrato il loro valore solo a sprazzi e hanno avuto il triste primato del girone di aver segnato appena 55 punti per partita. Disastrosa la stagione della Roma Nord Riposto, vittoriosa solo sullAzzurra Belpasso: lorganico a disposizione di Donato Saggese non stato allaltezza della categoria (57-80 la media punti segnati-subiti!) e la retrocessione la naturale conseguenza.

(Si ringraziano gli intervistati, le cui testimonianze sono andate perdute a causa di un virus).

Roberto Quartarone

Quest’anno, il Basket Regalbuto stato allenato dal catanese Marco Lo Faro, che ha portato con s Enrico Sciuto, Nicola Maugeri ed Emmanuele Pappalardo. Abbiamo chiesto all’ex tecnico del Gravina il quintetto del campionato: Playmaker: Scudero dell’Acireale. Guardia-ala: Maugeri del Regalbuto e, se non si fosse infortunato, Lipari sempre del Regalbuto. Ala: Clemente del Basket School. Ala-pivot: Pappalardo del Regalbuto. Pivot: Calderazzo del Basket School.

Vedi anche:
Serie D Girone B 2007-2008
Serie D Girone C 2007-2008

1 Trackback / Pingback

  1. CORRIDOIO, porte d'interferenza » Serie D, i calendari provvisori

I commenti sono bloccati.