Vetrano-M.Grasso, sfida di beneficenza

1° torneo di beneficenza dell’estate ~ Grasso, Sortino, Antronaco e altri le stelle del torneo ~ In campo Gancio Melo, decano del campetto ~ Vincono gli Overcrews di Gabriele Vitale.


testata

esordienti
UN TIRO. Nero su nero non tinge. Ma segna [Basket Catanese]..

Primo torneo d’agosto a Catania. Il “Basket & Solidarietà” è anche il primo torneo di beneficenza: la quota d’iscrizione di 5 € a squadra e le donazioni del pubblico sono state interamente devolute all’Associazione di Volontariato Giampi.

«Siamo riusciti a fare delle cose simpatiche –spiega l’organizzatore Daniele Grasso, appena uscito vittorioso da una gara –. Intanto, stiamo facendo passare due pomeriggi differenti ai ragazzi dell’associazione, sabato uno di loro ha aperto la manifestazione consegnando le targhe. In più, siamo riusciti a coinvolgere anche la Croce Rossa Italiana, che sta raccogliendo cibo, vestiti e giocattoli, la Misericordia, Addiopizzo e la Polizia Municipale

La Polizia Municipale?
«Sì, per forza. Venerdì hanno rotto un canestro ed è meglio farli piantonare almeno per questi due giorni. Non capisco che divertimento ci trovino quei soliti idioti…»

Di chi è stata l’idea?
«Mia e del mio amico Marco Di Blasi, consigliere di quartiere. Ci hanno dato una mano il consigliere comunale Francesco Navarria e l’assessore Antonio Scalia. Abbiamo fatto tutto in economia, dato che le casse del comune sono secche, e ci siamo andati anche sotto, ma con il sorriso. È bellissimo poter dire che una volta tanto sono io ad organizzare un torneo per gli altri, non viceversa. Ed è bellissimo anche poter avere uno sponsor che ci ha fornito il primo premio.»

os
OS. Belli e vincenti (da notare Boschi con il microfono in mano) [Basket Catanese]..

Per i due giorni del torneo, gli anelli rimangono al loro posto, infilati da tutte le posizioni dai tiri più difficili e impensabili. Si inizia dunque il sabato alle 18:15 e in campo si individuano già le squadre che potrebbero andare avanti tra le 13 partecipanti. C’è quella di Maurizio Grasso e Dario Sortino che sembra poter passeggiare su qualsiasi avversaria, quella potente di Giacomo Prudente e Giacomo Antronaco, quella interessante dei campettisti di Battiati, quella sicuramente da seguire di Gabriele Vitale e Lorenzo Vetrano, alcune squadre di giovani decisamente con una spinta in più.

E c’è anche quella di Gancio Melo, il decano del playground di piazza Nettuno. L’uomo che disse «Che fortuna!» ad Antonello Riva che gli segnò in faccia qualche anno fa, ad un torneo organizzato proprio sul lungomare di Catania, non riesce però a dare la carica giusta alla sua squadra e deve accontentarsi di uscire al primo turno.

fame
FAME. Due giorni di torneo rendono Visintin e Grasso affamati. Sortino se la ride… [Basket Catanese]..

Si tentano anche delle trattative di mercato. L’allenatore della Mens Sana Gabriele Giorgianni sembra poter finalmente mettere a segno il colpo dell’anno portando Lorenzo Vetrano dal mare di Acireale alla montagna di Mascalucia. C’è anche la stretta di mano, ma l’offerta finale (una brioche con gelato al camioncino accanto) è giudicata insufficiente dall’agente del giocatore.

Dalla postazione di regia, il microfono viene inizialmente monopolizzato dal dirigente dell’Olimpia Battiati, Sibillia senior, che segue con occhio attento le gesta del figlio Pierpaolo nella squadra del trio Vitale-Vetrano-D.Grasso. Gli ruba il posto però Alessio Boschi, da alcuni giudicato un discreto commentatore tecnico, da altri un disturbatore da discriminare.

vincitori
VINCITORI. Organizzatori e vincitori insieme. Ricordiamoli cos [Basket Catanese].

Per fortuna, la finale terzo-quarto posto vede Boschi in campo, insieme ai suoi compagni Gabriele Giorgianni, Claudio Concorso e Giuseppe Caruso. I quattro fanno valere età (e stazza) su tre delle promesse del basket catanese Francesco Anselmi (Gad Etna), Enzo Santonocito (CUS Catania) e Giuliano La Mantia (Gravina) e vincono per 20-14. Due le azioni della partita: Boschi stoppa La Mantia, La Mantia si vendica e stoppa Boschi all’azione successiva; Giorgianni si districa sotto canestro tra Santonocito e La Mantia e poi fa un tiro impossibile che rimbalza sull’anello e poi esce… Ma il coach si rifarà segnando il canestro finale.

La finalissima è tra la squadra degli organizzatori (Daniele Grasso, Vetrano, Vitale e Sibillia jr, gli “Overcrews”) e quella degli adraniti & friends (Sortino, Maurizio Grasso, Visintin e Triscari, i “Megadito”). La partita si mette da subito a senso unico per gli Overcrews, che si portano in fretta sull’8-0. Il duello Vetrano-M.Grasso si risolve in sportellate continue che però premiano l’ala del San Luigi. Gianmaria Visintin, ex compagno di Grasso a Barcellona, prova la rimonta, ma ancora Vetrano aumenta il bottino fino a chiudere la partita. «Finalmente mi è entrato qualche tiro!» esclama lui alla fine, mentre qualcun altro sussurra che fino a quella partita era stato stoppato anche dai bambini… Per lui 14 punti su 20, Daniele Grasso 2, Vitale 2, Sibillia 2, mentre dall’altra parte si fermano a 6 Visintin, a 2 Maurizio Grasso e a 2 Sortino.

Dopo le premiazioni, condite da scene osé degli Overcrew, tutti i giocatori si confondono nella folla del lungomare di domenica sera. Appuntamento, anche per questo torneo, al prossimo anno!

Roberto Quartarone

Il servizio fotografico completo di Basket Catanese su Facebook

Vedi anche:
Torneo di beneficenza a piazza Nettuno

1 Trackback / Pingback

  1. Basket & Solidarietà, seconda edizione - Basket Catanese

I commenti sono bloccati.