La bella atmosfera del primo giorno

Il raduno della Pallacanestro Catania ~ Le speranze di dirigenti e sponsor ~ Gambolati, l’ex calciatore ~ Confente, l’ex nazionale ~ Santonocito, Cavalli e Anselmi, i giovanotti.

testata

gambolati
NUOVO/1. Antonio Gambolati, 27 anni, nuova ala-pivot della Pall. Catania [Basket Catanese].

Si respira una bella atmosfera al raduno della Pallacanestro Catania. Le poche ma buone modifiche apportate all’organico, le tante conferme e le promozioni dal settore giovanile danno l’idea che il gruppo che quest’anno affronterà la seconda stagione in Serie B Dilettanti non sarà da meno di quello dello scorso torneo.

Tutti sperano così. Il direttore sportivo Marco Distefano si augura che proprio dal gruppo, sia di amici che di atleti, si parta non puntando più ad una semplice salvezza, ma alla qualificazione ai play-off per fare bella figura. L’obiettivo di quest’anno è ribadito anche dal dirigente dello sponsor Virauto Ford, Alessandro Micalizio, nella speranza di portare sia il nome dell’azienda che quello della società di basket ad affermarsi sempre di più in ambito nazionale. Si parla anche dello staff dirigenziale e tecnico, confermato in blocco, a cui si aggiungono Elena Cambiaghi, la responsabile eventi, e Serena Anastasi (ex Lazùr e L’Elefantino), che si occuperà del sito e del marketing.

confente
NUOVO/2. Andrea Confente, 24 anni, nuova guardia della Virauto Ford [Basket Catanese].

Vediamo chi sono i nuovi giocatori allora… Cerchiamo di scoprire qualche altro dettaglio suAntonio Gambolati: «Spero di dimostrare di essere duttile e atletico come si dice. Ho cominciato a giocare a 17 anni, perché prima giocavo a calcio con il Torino! Per questo sono arrivato tardi in ambito nazionale, con il Montevarchi. L’annata di Gragnano in B1 dal punto di vista personale è andata molto bene, ho fatto molta esperienza e conosciuto tanti giocatori, anche se siamo retrocessi.»

Anche Andrea Confente ha qual cosina da aggiungere: «Ho fatto due anni di giovanili e il decimo in Serie A alla Snaidero; è stata una grande emozione perché ho vestito la maglia della mia città. Sono stato anche l’ultimo taglio della Nazionale prima degli Europei Under-20 nel 2003. Dopo Udine e Imola, ho perso un anno perché mi sono fatto male al ginocchio la sera prima di firmare per Roseto in A. Lo scorso anno ho iniziato tardi a causa di un’estate travagliata, con problemi con chi mi rappresentava. La storia del pizzaiolo è una vecchia intervista fatta ad Imola, non sapevo cosa mettere e ho detto la prima professione che mi veniva in mente!»

giovani
GIOVANOTTI. Enzo Santonocito, Riccardo Cavalli, Antonio Borzì, Francesco Anselmi, Orazio Livera, Alessio Basile e Simone Mauceri. Trova l’intruso: chi non è più under? [Basket Catanese].

Affrontano il loro primo ritiro in Serie B anche tre giovani a cui il presidente Costantino Condorelli augura «di saper trarre tesoro da quest’esperienza.» Quest’estate li abbiamo visti più volte nei vari tornei, ora è arrivato il momento loro propositi per la stagione…

«Spero di allenarmi bene – inizia con sicurezza il pivottino Enzo Santonocito, ex Grifone e CUS –, spero di imparare dai giocatori più esperti, da Reale soprattutto, ma anche da Trevisan, mi piace molto il suo gioco. Dovrei passare al posto “4”: mi piace di più, c’è più movimento e ho possibilità di penetrare e fare un gioco più spettacolare.»

«Nel primo anno al Gad Etna mi hanno detto che sono migliorato – spiega l’emozionato Riccardo Cavalli, ala ex Battiati e Gad Etna –, ma vorrei migliorare ancora, perché vengono da un’altra squadra. Qui mi sono trovato bene, i tecnici e i dirigenti mi hanno fatto inserire. È vero che sono un tipo da playground, soprattutto da piazza Nettuno!»

Il più grande dei tre è già stato svezzato da un po’: «Sono un vecchietto! – scherza spigliatoCiccio Anselmi, playmaker di Grifone e Gad Etna – Non ho pretese per la B, qui i giocatori sono di tutt’altro livello, ma quest’anno spero di poter giocare bene ed essere titolare in C2. Lo scorso campionato ho avuto più spazio perché due stagioni fa il livello era molto alto e gli unici play rimasti siamo stati io e Luca Grasso

acqua
SOTT’ACQUA. Il drappello rossazzurro corre sotto l’acqua dell’irrigazione dello stadio del CUS [Basket Catanese].

Quest’anno la squadra non conterà più su quattro giocatori. Davide Naso, Daniele Valerio, Mirko De Luca e Roberto Saccà. I primi tre non rientravano più nei piani tecnici e sono stati sostituiti da Gambolati, Confente e probabilmente da un acquisto che verrà presentato domani. Si puntava invece su Roberto Saccà, ma la trattativa si è allungata troppo e oggi Saccà è molto vicino al passaggio allo Sporting Club Adrano, in Serie C Dilettanti.

Mentre tutti si preparano alla prima riunione tecnica, riprendiamo brevemente una vecchia discussione con Pippo Borzì, sulla differenza tra Catania e Ragusa: «Qui a Catania la società va benissimo, c’è molta professionalità. Poi il presidente ha una grande facilità di rapporti con i giocatori e c’è il piacere di stare insieme, qualcosa che ho incontrato difficilmente in passato. La differenza con Ragusa si riduce alla “fama”: lì mi conoscevano (e penso mi conoscano) tutti…»

Chiudiamo, sempre con Borzì, con una parentesi sulla Coppa Italia. «Sapevamo che saremmo finiti nel girone a tre con Patti e Siracusa. Nel caso del passaggio del turno ci farebbe molto piacere organizzare la Final Four del sud, ma probabilmente incontreremo qualche difficoltà a far scendere le società in Sicilia. Vedremo, non ci siamo ancora informati per bene. Per le amichevoli, invece, aspettiamo che inizino i raduni delle altre squadre. Al momento potremmo incontrarci solo contro Barcellona, ma come primo test sarebbe troppo duro. Vedremo anche qui…»

Riunione tecnica e poi tutti nello stadio in erba della Cittadella a correre e a sgranchirsi le ossa con preparatore atletico e fisioterapista. Appuntamento a domani, per la presentazione dello sponsor e del nuovo acquisto, Mister X.

Roberto Quartarone e Salvatore Maugeri

Vedi anche:
Pall. Catania, inizia l’’avventura
Lunedì inizia la stagione della Virauto

3 Trackbacks / Pingbacks

  1. CORRIDOIO, porte d'interferenza » “Mister X” Novatti e l’abbinamento Virauto
  2. CORRIDOIO, porte d'interferenza » La campagna abbonamenti della Virauto
  3. CORRIDOIO, porte d'interferenza » Alla distanza, la Virauto batte la Viola

I commenti sono bloccati.