Progetto Playground, tocca a Battiati

La Virauto Ford Catania prosegue nella riqualificazione dei campetti ~ I lavori inizieranno la prossima settimana ~ In attesa di nuovi partner, si progetta per Librino e Vulcania.


Virauto Ford Catania promotrice del Progetto Playground.

Catania, 21 agosto 2009 – Mentre i giocatori della Virauto Ford di B dilettanti si allenano per preparare al meglio la nuova stagione agonistica, la società etnea guidata dal presidente Costantino Condorelli, sta mettendo a punto tutti i dettagli per consolidare un progetto capace di far crescere a Catania la passione e l’amore per il basket, sport emozionale e coinvolgente come pochi.

E così, accanto all’impegno nell’allestire una squadra competitiva, la Virauto Ford è in prima linea per diffondere la pallacanestro sia guardando al settore giovanile, attraverso una vincente sinergia con il Cus Catania, sia portando avanti il Progetto Playground, cioè la riqualificazione di alcuni campi all’aperto ormai storicamente divenuti polo di aggregazione spontanea di tanti appassionati di basket.

«Con la rimessa a nuovo dello storico playground di Piazza Nettuno, realizzato in sinergia con il Comune e con la Dusty, abbiamo dato l’avvio al Progetto playground offrendo l’opportunità a centinaia di ragazzi catanesi di giocare a basket – dichiara il presidente della Virauto Ford, Costantino Condorelli – e il nostro impegno continua garantendo la manutenzione di quest’area che vogliamo sia sempre fruibile al meglio».

La Pallacanestro Catania ha già in cantiere altri interventi, primo fra tutti quello che riguarderà il frequentatissimo campo di S. Agata li Battiati. Grazie a un accordo con l’Amministrazione locale, nella persona dell’assessore allo Sport, Michelangelo Sangiorgio, la società rossazzurra, infatti, la prossima settimana inizierà parziali lavori di ripristino dei canestri per consentire ai tanti ragazzi che usufruiscono di questo spazio di poter giocare.

Successivamente si procederà a una sistemazione del campo, da anni divenuto un luogo di aggregazione di tanti giovani cestisti.

«Auspichiamo il coinvolgimento di aziende partner che credono nella nostra iniziativa – continua il ds rossazzurro, Marco Distefano – e, attraverso il loro sostegno, allargheremo il progetto playground ad altre zone di Catania come Librino, dove stiamo individuando con l’Amministrazione Comunale e la Municipalità locale l’area più adatta alla realizzazione del campo e Vulcania, dove si deve completare e migliorare l’area già destinata al basket».

La realizzazione del Progetto Playground costituisce, quindi, un obiettivo importante per la società catanese e un occasione per diffondere sempre più la cultura dello sport, del basket in particolare, portandolo per strada, favorendo, così, l’aggregazione dei giovani in un contesto diverso, dinamico e attivo.

UFFICIO STAMPA
Virauto Ford Pallacanestro Catania

Vedi anche:
Tiri liberi 19 agosto. Pallacanestro Catania
Canestri a scandenza
Tiri liberi 29 giugno. Playground
Piazza Nettuno: si torna a giocare

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. CORRIDOIO, porte d'interferenza » Etnapolis Cup, una giornata di basket
  2. I ragazzi lavorano per il campetto - Basket Catanese

I commenti sono bloccati.