B Ecc.: Fontalba-Rainbow 59-50

Ritmi alti nei primi due quarti ~ Il recupero fino al 26-27 ~ Malaja, un livello indiscutibile ~ Fallo a Ferlito, tecnico a Chimenz ~ Gli errori da tre nell’ultimo periodo.

Fontalba-Rainbow 59-50
PalaTracuzzi di Messina, 10 ottobre, 20:00

Fontalba Messina: Marchese 2, Tagliabue 11, Arig 3, Minuto, Talarico 4, Libro 6, Malaja 19, Debenedictis 12, Zaccone 2, Romeo. All. R. Libro.
Rainbow Catania: Ferlito 4, Messina Giorgia 3, Chimenz 13, Gambino, Messina Giulia n.e., Aleo 8, Pappalardo 9, Santabarbara 11, Barbarossa, Manganaro 2. All. G. Laneri.
Arbitri:
Venga di Ragusa e Patti di Siracusa.
Progressivo: 18/14, 30/28, 44/39.

Il primo derby siciliano della stagione stato giocato venerd sera al Palatracuzzi di Messina, sul parquet della Fontalba, neoarrivata in serie B d’Eccellenza, ma gi temibile concorrente nella lotta alla salvezza. In un palazzetto gremito di tifosi giunti numerosi per assistere al comunque interessante match, Coach Laneri mette in campo per il fischio d’inizio Ferlito, Chimenz, Gambino, Aleo e Santabarbara, schierate contro Tagliabue, Arig, Libro, Malaja e Debenedictis.

Parte col piede giusto la Rainbow che si mostra subito decisa in avanti e si porta in vantaggio approfittando di alcuni errori d’approccio iniziali bianco verdi. Svantaggio presto recuperato dalle padrone di casa che si oppongono bene ad una difesa catanese che pare un po’ troppo disunita e con poca copertura nei contropiedi. I ritmi nei primi due quarti si mantengono alti da entrambe le parti. Le due squadre sanno bene quanto sia importante vincere l’incontro, gi scontro diretto pur essendo la seconda di campionato, viste le ambizioni delle due squadre.

Si gioca punto a punto anche per buona parte del secondo tempino, in cui la Rainbow si porta a meno uno dalle padrone di casa sul 25/24: un’ importante bomba di Chimenz, migliore realizzatrice con 13 punti, diminuisce il distacco, seguita a ruota da un bel canestro della giovane Aleo, che subisce fallo in attacco dopo avere realizzato e porta la propria squadra momentaneamente in vantaggio sul 26/27 dalla lunetta.

Ma Messina non ci sta e Malaja, atleta dalla grande esperienza e di livello tecnico sicuramente indiscutibile, realizza l’ennesimo contropiede portando di nuovo in avanti le messinesi, veloci e attente sia nella retroguardia che nel reparto offensivo. L’ottima Santabarbara prova il riaggancio per le rossoazzurre con una bomba da tre a pochi secondi dalla pausa, ma senza successo. Si va al riposo lungo sul 30/28 per la Fontalba.

Dopo l’esperienza negativa del terzo quarto contro il Battipaglia nella prima di campionato, la Rainbow ritorna in campo con una maggiore determinazione per sfatare la “sindrome” da terzo quarto, e ci riesce in pieno almeno per tutto il tempo, ma purtroppo non basta per cambiare marcia e dare una direzione diversa al match, che sembra nelle mani delle messinesi, nonostante il reparto difensivo catanese annulli con precisone tre attacchi consecutivi delle biancoverdi. Poi Ferlito interviene secondo l’arbitro scorrettamente su Malaja, fischiandole fallo e da un tecnico a Chimenz, discutibile, ma inevitabile per la coppia arbitrale. Messina si allontana e si porta sul 39/31.

Time out chiamato dalla panchina etnea che cerca di fare notare alle proprie atlete che c’ troppo disordine in attacco, che vengono prese decisioni affrettate, oltre alle conclusioni individuali sbagliate. Palle perse in difesa, favoriscono la squadra avversaria che realizza troppo spesso in contropiede con Malaja, Debenedictis e Tagliabue, innervosendo non poco le catanesi. Manganaro in difesa perde ancora palla e Messina chiude il terzo quarto sul 44/39.

Ultimi dieci minuti, la Rainbow si affida ai tiri dalla linea dei tre punti, alcuni realizzati da Pappalardo ed Aleo, ma tanti altri finiscono sul ferro, sbagliando eccessivamente da fuori. Il gioco si fa duro sotto canestro, e la Rainbow non riesce a rispondere ai rimbalzi e nell’uno contro uno, tensione e decisioni affannate non le permettono di accorciare le distanze ed evitare i contropiedi realizzati in velocit dalle messinesi.

La Rainbow rimane ancora a zero punti in classifica. Sabato alle 17.00 ospiter Portici davanti al proprio pubblico, e sar un imperativo portare a casa i primi due punti per andare avanti con maggiore tranquillit.

Addetto Stampa:
Maria Luisa Lanzerotti

Vedi anche:
B Ecc.: Rainbow-Carpedil 57-76

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. CORRIDOIO, porte d'interferenza » Salto a due – 7a settimana
  2. Rainbow, tutto in un anno - Basket Catanese

I commenti sono bloccati.