C Sic.: E.Tomarchio-Giarre 71-50

Derby intenso e giocato su buoni ritmi… Giarre avanti 0-4, poi il break acese… Stratosferico Cantone, topscorer Vetrano… I contropiedi di Mazzerbo, Giarre crolla…

testata

Edil Tomarchio-Giarre 71-50
San Luigi di Acireale, 7 novembre, 19:00

Edil Tomarchio Acireale: Cantone 16, Rapisarda, Prudente 9, Vetrano 16, Messina 10, Privitera, Mazzerbo 12, Alfio Spadaro 8, Molino ne, Guadalupi, Fichera ne, Garozzo. All.: Nicolosi.
Basket Giarre: Antronaco 4, Catalano 10, Vasta ne, Ciaurella, Barretto ne, Antonio Spadaro 4, Marzo 15, Cutuli 4, Caminiti 4, Quattropani 8, Scudero 1. All.: D’Angelo.
Arbitri: Massari e Costa di Ragusa.
Parziali: 16-10, 13-11; 18-13, 24-16.

vetrano
INARRESTABILE. Lorenzo Vetrano tira e travolge Alberto Marzo [Basket Catanese].

una partita tra amici, derby un termine quasi riduttivo. Un match interessante per com interpretato dai tre allenatori (Carmelo Nicolosi da un lato, Ignazio DAngelo e Peppe Quattropani dallaltro), per limpegno dei giocatori in campo e, in alcuni casi, per lemozione.

Il San Luigi potrebbe chiudere la contesa molto prima, soffre (tra virgolette) solo quando gli ospiti si portano sullo 0-4, ma in fretta arriva al 12-4 e amministra il vantaggio per il resto della gara. Il Giarre non dispiace, vive un po troppo sulle invenzioni di Alberto Marzo, si mantiene in gara fino a met del quarto periodo (Catalano segna due triple e si arriva sul 51-42), ma poi cede di schianto, concedendo cinque contropiedi consecutivi che determinano lo scarto netto. Il passaggio volante di Messina per Cantone (66-46) mette una pietra sopra sul risultato.

messina/caminiti
SCATTO. Ivan Messina corre in contropiede timidamente contrastato da Francesco Caminiti [Basket Catanese].

Dicevamo dellemozione: di Renato Catalano, ad esempio, che ci mette una ventina minuti per imporsi davanti al pubblico che lo aveva applaudito fino allo scorso aprile, ma poi il migliore dei suoi con Marzo, Quattropani e Cutuli. A sua discolpa va detto che il suo diretto avversario Damiano Cantone, il mattatore, ottimo al tiro e in costruzione. C anche limpegno di Alfio Spadaro, che gioca contro la sua ex squadra e suo fratello, ed positivo in attacco e in difesa. Sono sue un paio di stoppate decisive, a cui si aggiungono quelle di Lollo Vetrano, anche lui in giornata s.

Roberto Quartarone

marzo/catalano
RIPARTIAMO. Renato Catalano riprende il gioco scortato da Alberto Marzo [Basket Catanese].

Dopo lo scivolone di San Filippo del Mela,la Edil Tomarchio ritrova il successo con un prova corale di grande spessore, superando il Giarre nel classico derby dellEtna.

Il miglior modo per rendere il k.o dello scorso turno di campionato un banale incidente di percorso, i sanluigini lhanno trovato riversandosi con tutta la forza del collettivo sul volitivo Giarre ed ottenendo una vittoria fondamentale visti i risultati maturati in questo quinto turno di campionato( sconfitte di Gravina e Mia Messina).

Derby molto intenso e giocato su buoni ritmi,capace di offrire spunti interessanti anche per quel che riguardava la conformazione dei due roster,visti i tanti ex in campo sia dalluna che dallaltra parte, per il derby nel derby vissuto dalla colonia acese (Catalano-Antronaco-Scudero) che milita da questanno tra le file giarresi e per lo scontro in famiglia tra i fratelli Spadaro.

cantone
ORGANIZZIAMO. Damiano Cantone organizza un attacco dei suoi compagni [Basket Catanese].

Avvio di gara in cui si lasciano preferire gli ospiti con liniziale 0-4 che spaventa il quintetto sanluigino.

La fiammata giarrese dura solo un paio di minuti perch i biancoazzurri di casa rispondono con lo stratosferico Cantone e con il contributo realizzativo di Vetrano, top scorer del match in ex equo con lo stesso Cantone a quota sedici punti. Dopo il break acese, gli ospiti riprendono a martellare i locali da sotto i tabelloni con i pivot Quattropani e Antronaco,e la contesa si assesta sul 16-10 al suono della prima sirena.

Il secondo tempino offre poco spettacolo. Molti i falli fischiati dal duo arbitrale,durissimi gli scontri a rimbalzo sotto le plance e imprecisione al tiro dei padroni di casa contro la difesa a zona del Giarre,fanno si che il punteggio parziale registri lo scarno 13-11 (29-21 totale) con cui le squadre si congedavano dalla prima met del match.

Pi entusiasmante linizio del terzo periodo di gioco,con Messina che sale in cattedra e assiste a ripetizione Prudente,Vetrano e Cantone,firmando qui il primo, decisivo allungo degli acesi sulle sorti di questa partita. Il vantaggio di quattordici lunghezze racimolato dai contropiedi di un vivace Mazzerbo una mazzata per il Giarre,che non vuole arrendersi e prova a rientrare nel match con le bombe di Catalano e le realizzazioni di Marzo.

Si va quindi allultima frazione con la Edil Tomarchio comodamente avanti di tredici lunghezze. Bravi i ragazzi di Nicolosi a non scollarsi e a non concedere al Giarre la possibilit di rifarsi sotto. Nel finale di partita,i colpi del definitivo k.o arrivano dai catanesi Cantone e Mazzerbo che in contropiede regalano a coach Nicolosi la quarta vittoria in questo avvio di torneo.

Giuseppe Vitale US

1 Trackback / Pingback

  1. CORRIDOIO, porte d'interferenza » Salto a due – 11a settimana

I commenti sono bloccati.