C Sic.: Cocuzza-Gravina 85-74

Gravina, sconfitta con onore…. Gara a viso aperto… Senza Marino e Cavazza, “nonno Busi” al comando… Difesa coriacea, attacco spumeggiante… In vantaggio al 30’… +11 finale…

Cocuzza-Gravina 85-74
Palazzetto di San Filippo del Mela, 7 novembre, 18:30

Cocuzza San Filippo: Pizzuto n.e. Giorgianni 11 Imbesi 2 Kos 34 Amato Di Paola 2 Catanesi 11- Coppolino 13 Cassisi 5 Vento 7 Pittari Amendolia.
Sport Club Gravina:
Patti – Gulinello 12 – Indiogine 13 Marletta 17 – Barbera 23 Busi 2 – Crimi Minardi 6 – La Mantia 1 Lino.
Arbitri:
Castiglione e Iuppa di Palermo.
Parziali: 17-16; 26-18; 10-22; 32-18.

Lo Sport Club Gravina perde con onore una gara giocata a viso aperto contro una squadra che, alla fine, ha fatto valere la maggiore esperienza e, soprattutto, la grande tecnica del croato Kos autore di ben 34 punti.

Nonostante le assenze di Marino (ormai ufficialmente fuori dai giochi per motivi familiari) e di Cavazza (fuori per impegni di lavoro), la banda di ragazzini con il nonno Busi al comando entra in campo con una sicurezza impressionante e, prima del time-out dei locali al 5 minuto, conduce la gara per 15 a 4 giocando una bella pallacanestro con una difesa coriacea (rigorosamente a uomo) ed un attacco spumeggiante che vede eccellere Marletta (subito con 9 punti) e Barbera (ottimo anche da tre). Negli ultimi quattro minuti i locali ribaltano il risultato con Kos (2 triple per lui) e Catanesi (17-16).

Il secondo periodo si apre con la tripla di Catanesi al quale risponde Barbera con due triple di fila. A spezzare lequilibrio della gara ci pensano Kos e Coppolino che mettono a segno due triple a testa e un minuto (dal 6′ al 7′) di follia costa caro allo Sport Club Gravina che vede crescere lo svantaggio fino a 14 punti (38-24). Dopo la tripla di Barby ed il canestro da 2 di Coppolino, i ragazzi di Morelli hanno un moto dorgoglio e, facendo pressing, recuperano tanti palloni che si traducono in altrettanti canestri ad opera di Barbera (5 p.ti) e Indiogene (2 p.ti) e riducono lo svantaggio a 9 p.ti (43/ 34).

Al rientro in campo, gli ospiti dimostrano di non volerci stare a perdere e giocano un terzo periodo spettacolare con ben 22 punti realizzati a fronte dei 10 subiti. La rimonta viene realizzata in appena 2 minuti quando, dopo le triple di Barby e Indiogine , va in onda il Guli show: tripla, canestro da due e 2 tiri liberi realizzati fissano il punteggio sul 47/51. Nonostante il fallo tecnico ed il 4 fallo fischiati rispettivamente a Patti e Busi, con i conseguenti quattro tiri liberi realizzati dai locali, Busi e Marletta (da 2) e Barbera (ai liberi) completano la rimonta ed il sorpasso (53-56).

Lultimo quarto si apre con il croato subito in cattedra con cinque punti di fila che annullano il vantaggio del Gravina. La partita prosegue con un sostanziale equilibrio. Ai canestri di Kos rispondono Minardi, Guli e limmarcabile Barbera. Al 6′ il Gravina va in tilt: tra palle perse, falli intenzionali e falli tecnici il San Filippo riesce a portarsi in vantaggio e poi allunga con le triple di Kos e Catanesi. La partita si chiude con la tripla di “Indios” che fissa il punteggio finale (85-74).

Finisce tra la soddisfazione generale: il San Filippo si gode la vittoria e il suo grande acquisto (il croato Kos), lo Sport Club Gravina si conferma una squadra con tante giovani promesse e qualche giocatore ritrovato (leggi Guli e Marletta).

Prossimo appuntamento al Pala Arcidiacono sabato alle 18 contro la capolista EdilTomarchio. Statistiche e curiosit sullo S.C.Gravina sul sito www.sportclubgravina.it

Addetto Stampa S.C.Gravina
Livio Lo Nigro

1 Trackback / Pingback

  1. CORRIDOIO, porte d'interferenza » Salto a due – 11a settimana

I commenti sono bloccati.