C Sic.: Gad Etna-CUS Messina 71-63

Una gara equilibrata… 7-0 iniziale, poi la rimonta del CUS… 47-47 a 7′ dalla fine… Buona prova di Pennisi e degli Under-19… Interdonato: Ci danneggiamo da soli…

testata

Gad Etna-CUS Messina 71-63
Leonardo da Vinci di Catania, 28 novembre, 17:30

Gad Etna Catania: Anselmi 4, Agrifoglio 1, Borz 11, Testa 2, Cavalli 2, Pennisi 19, Pardo 16, Santonocito 6, Di Stefano 4, Licandro 6, Sacc 2, Stimolo. All.: Guadalupi.
CUS Messina: Bruno 14, Lanza 20, Squillaci 2, Speciale, Restuccia 7, De Domenico, Soliera, Mirenda, Magistro 2, Vita 6, Presti 8, Zaccone 3. All.: Interdonato.
Arbitri: Massari e Costa di Ragusa.
Parziali: 11-20, 18-13; 15-10, 27-20.

DIFESA. Enzo Santonocito marca un avversario [Basket Catanese].

Il Gad Etna vince la sfida per il settimo posto sul CUS Messina. una vittoria maturata nel finale, dopo tre quarti e qualche spicciolo giocati in equilibrio tra due squadre dal livello molto simile e anche con caratteristiche affini. A 7 dal termine, catanesi e messinesi sono sul 47-47, poi linerzia della gara passa in mano ai padroni di casa. Nellallungo finale, sono stati fondamentali due Under-19: Pardo e Licandro. Senza Livera e Caltabiano (con la prima squadra) e Mauceri (infortunato), hanno avuto molto pi spazio le seconde linee nota il dirigente Carmelo Carbone . Anche il loro coetaneo Agrifoglio ha tenuto bene il campo dopo luscita di Sacc e Anselmi.

ALLUNGO. Un canestro di Gianluca Testa nell’allungo finale del Gad [Basket Catanese].

Dopo un inizio molto positivo del Gad (7-0 dopo tre minuti), il CUS Messina ha trovato la tranquillit necessaria per portarsi in vantaggio e mantenere uno scarto attorno ai dieci punti. Siamo capaci di portarci anche 10 punti avanti con semplicit spiega Tonino Interdonato, coach messinese , ma poi per cinque minuti non riusciamo a far nulla. un nostro limite, soprattutto mentale, perch ci facciamo prendere dalla frenesia del gioco e da elementi che con il gioco non hanno nulla a che fare. Ci lamentiamo per le spinte degli avversari, per quello che fanno gli arbitri, per i tiri Ma cos ci danneggiamo, non riusciamo a superare questo problema e rischiamo di farlo diventare unabitudine per i pi giovani.

SOLITO. Alberto Pennisi, il solito cecchino da tre [Basket Catanese].

Il Gad rientra poi in partita nei periodi centrali, trascinato dal solito Alberto Pennisi e con tutti che danno il giusto apporto. La nostra pecca sono stati i troppi falli conclude Carbone , ma alla fine abbiamo giocato con il cuore e la grinta necessaria. Tra gli altri, Borz e Testa hanno dato il loro contributo, Santonocito ha fatto una discreta partita, mentre non era in giornata Cavalli, un talento che deve ancora sbocciare. La vittoria consente ai gaddini di mantenere il settimo posto insieme al Giarre, vittorioso sul Gravina.

Roberto Quartarone

1 Trackback / Pingback

  1. CORRIDOIO, porte d'interferenza » Salto a due – 14a settimana

I commenti sono bloccati.