B/f: le argentine battono L'Elefantino

Dublo e Pessolano, il braccio e la mente di Termini Imerese… L’Elefantino, non basta il buon inizio di Bruni e Patara… Tanti falli, partita interessante… Palermo va allo spareggio…

L’Elefantino-Himera 61-69
PalaGalermo di Catania, 10 aprile, 17:00

L’Elefantino Catania: Patara 24, Carbone 4, Celi 5, Nigro 2, Bella 2, Bruni 15, Buscema 5, Grosso 4. All.: Parisi.
Himera Termini Imerese: Luppino 4, Cavarretta 3, Busuito 6, Maciocia ne, Pessolano 18, Gioia 9, Dublo 29. All.: Scimeca.
Arbitri: Centorrino di Rometta e Lucifero di San Filippo del Mela.
Parziali: 18-17, 13-18; 14-20, 16-14.

Continuano le amarezze per L’Elefantino nella Poule Promozione. Dopo la vittoria alla prima giornata sulla Verga Palermo, sembra che una maledizione abbia preso la squadra di Dario Parisi, che è uscita sempre sconfitta e con scarti contenuti. L’Himera di Francesco Scimeca è una nobile decaduta, si presenta al PalaGalermo con sette effettive, di cui una non ha nemmeno messo piede in campo, e si limita ad amministrare una partita di cui prende le redini nel secondo periodo.

La differenza non la fa il gioco. Nel primo periodo, anzi, quello dell’Elefantino pare molto più organizzato. Celi costruisce, Carbone e Bella recuperano rimbalzi, mentre Deborah Bruni e Rosanna Patara dalla media e lunga distanza costruiscono un discreto vantaggio, poi rosicchiato fino al 18-17 del primo intervallo. La difesa è aggressiva e gli arbitri fischiano abbastanza, dall’uno e dall’altro lato, il che contribuisce a rallentare il ritmo di una partita comunque interessante.

Nel secondo periodo, le due argentine fanno vedere chi sono. La bionda Laura Passolano, di Santa Cruz, è la mente; la mora Daniela Dublo, di Mendoza, il braccio. Le altre tre giocano esclusivamente per loro e le due ispanoamericane non si fanno pregare, inquadrando bene l’anello e costruendo un vantaggio che si fa via via più pesante. La play dimostra grande sicurezza e tra passaggi no-look e tiri da fuori dà una mazzata che sembra definitiva sul 45-55. Nient’affatto. Rosanna Patara invita le compagne alla calma, si tenta un timido recupero nell’ultimo periodo, ma alla fine si riescono a mangiare solo due punti al divario finale.

A due turni dalla fine, Termini Imerese ha comunque perso il treno per lo spareggio per la Serie B d’Eccellenza: la Verga Palermo ha vinto a Catanzaro e conquistato il pass. L’Elefantino, ormai relegato al penultimo posto, può tentare di vincere almeno la seconda partita della seconda fase per farsi un regalo al termine di un campionato soddisfacente.

Roberto Quartarone

1 Trackback / Pingback

  1. Salto a due – 33a settimana - Basket Catanese

I commenti sono bloccati.