Tiri liberi – 13 maggio

4on4 di Messina e Trapani: tutti vincitori… Dal 22 al 30 maggio, Etnapolis BDays, festa provinciale minibasket, 3vs3 Sprint… Finale U15 al PalaCus… Alessandrello, condoglianze…

11 ANNI. I partecipanti al 4on4 di Messina, nati nel 1998 e 1999 [FIP Catania].
SALTO IN ALTO. Tutti i ragazzi delle giovanili dello Sport Club Gravina saltano per la foto di gruppo prima della partita della prima squadra di playoff [Basket Catanese].

Aquilotti e Gazzelle, domenica scorsa in campo.
Il 9 maggio sono scesi in campo a Trapani e Messina le rappresentative provinciali di aquilotti e gazzelle: i migliori minicestisti siciliani si sono sfidati in due minitornei 4vs4. Tutti sono stati vincitori, ovviamente, visto che non sono state stilate classifiche. La rappresentativa catanese (in foto a destra) era guidata dall’istruttore Carmelo Minnella dello S.C. Gravina e ha affrontato Siracusa, Messina Tirrenica e Messina Ionica.

Settimana del minibasket.
In coincidenza con la settimana nazionale del minibasket, il comitato provinciale della FIP ha organizzato alcuni eventi che si terranno nella provincia di Catania tra il 22 e il 30 maggio. Si parte sabato 22 con l’Etnapolis B-Days, due giorni dedicati ad esordienti e aquilotti, che giocheranno nei playground all’esterno del centro commerciale di Belpasso. Si prosegue con la festa provinciale minibasket, quest’anno organizzata nella piazza Mercato di Belpasso; si partirà il 29 maggio alle 16:00. La responsabile regionale minibasket, Valeria Puglisi, ha intanto programmato per domenica 30, dalle 10:00 in poi, al PalaVolcan un torneo interprovinciale 3vs3 sprint dedicato agli Scoiattoli e alle Libellule (nati nel 2001 e 2002), con due rappresentative per le province di Catania, Messina, Ragusa e Siracusa.

Gravina, vincono i giovani.
La prima squadra fa una magra figura in campo contro il Melilli, ma non fanno altrettanto i giovani assiepati in tribuna. Poco prima della gara-2 dei play-off di Serie C2, tutti i piccoli giocatori dello Sport Club Gravina fanno una foto di gruppo (tanto grande da occupare tutto il parquet) e poi molti rimangono per tifare. In tribuna si confondono tra gli appassionati anche alcune giocatrici della Trogylos Priolo di A1 (Fabbri e Pascalau su tutte), ma sono proprio i ragazzi delle giovanili a dare colore al PalaArcidiacono. In mezzo a loro c’è il presidente Natale De Fino, votato dai lettori di Basket Catanese quale miglior presidente delle società catanesi. «Ho letto della votazione – ci dice – e sono felice di essere stato scelto, perché testimonia che al Gravina stiamo facendo un buon lavoro, soprattutto nel settore giovanile».

Under-15, la finale oggi alle 17:30.
Acireale Basket e Siciliamo Ragalna si giocano oggi alle 17:30 alla Palestra Cus il titolo di campione provinciale Under-15. L’Acireale ha concluso il girone orientale in vetta a parimerito con il Giarre ma ha gli scontri diretti a favore (-9 al PalaJungo, +13 al PalaVolcan); la Siciliamo A, imbattuta, è giunta sei punti avanti a Virtus Catania e Azzurra Belpasso. Il Gravina e il CUS (sotto la denominazione “Pallacanestro Catania”) hanno invece partecipato al campionato d’Eccellenza, qualificandosi ai play-off da 7° e 8°: i primi sono stati eliminati dall’Aretusa, i secondi dalla Mia. Le finali regionali si disputeranno il 25 e 26 maggio a Capo d’Orlando.

Alessandrello, un saluto ad un arbitro.
La scorsa settimana è morto per un male incurabile Enzo Alessandrello, ex arbitro nazionale e osservatore del GAP di Ragusa. Chi l’ha conosciuto lo ricorda come una persona di grande spessore, umile ma deciso, competente e appassionato. Alla famiglia e agli amici vanno le condoglianze di tutta la redazione di Corridoio e Basket Catanese.

testata

Reggio Calabria: 4 giornate di squalifica.
Il PalaPentimele è stato squalificato per quattro giornate e la Viola multata per un totale di 1350€: gli arbitri hanno ravvisato un’invasione del campo commessa da più persone e di un individio isolato che ha aggredito il primo arbitro. In più, degli sputi hanno colpito le giacchette nere e il tunnel per raggiungere gli spogliatoi non è stato esteso, evitando il contatto con i tifosi. Si tratta di una sentenza molto pesante e che costringerà i reggini a partire in campo neutro il prossimo campionato.

1 Trackback / Pingback

  1. Capo d’Orlando aspetta l’Acireale U15 - Basket Catanese

I commenti sono bloccati.