La pagina della C2. Sedicesima settimana

Vittorie facili per Gad Etna e Gravina… Colpaccio in casa della Mens Sana contro Paternò… Sconfitte sonore per Adrano, Cus e Giarre

Continua il cammino positivo delle due squadre catanesi prime della classe nel girone B della C regionale.
Partita senza storia sia per il Gad Etna che per lo Sport Club Gravina, che hanno ospitato il Basket Giarre e lo Sportin Club Adrano.
Durante l’icontro disputato nella prima serata di sabato 29, la squadra di coach Marchesano ha costruito da subito un ampio margine dai giarresi, limitandosi poi ad amministrare il resto dell’incontro.
Negli ospiti in spolvero ancora Casiraghi, con i compagni di squadra a supporto del giocatore ex Acibasket.
Nelle fila del Gad continua il momento positivo del giovane play Lo Faro, nuovamente in doppia cifra, mentre tra i veterani si è distinto su tutti Di Masi.
Continua l’imbattibilità del Gravina, vittorioso al Pala Arcidiacono, vero e proprio “fortino” per i ragazzi del presidente De Fino.
Nulla può Adrano contro il gruppo di Minnella, sorretto dal quartetto Cavazza, Gulinello, Vetrano e Prudente a cui si è aggiunto Barbera, quasi perfetto al tiro.
Guadagna due punti di assoluta importanza la Mens Sana Mascalucia.
In una partita equilibrata e vibrante, il gruppo di coach Giorgianni, è riuscito ad avere la meglio nei confronti di un Paternò che sembrava squadra più accreditata alla vittoria, considerato il buon momento di forma vissuto in campionato.
Durante i primi due quarti di gioco gli ospiti hanno chiuso in vantaggio, ma la distanza dai padroni di casa era davvero minima e la Mens Sana ha avuto il merito di rimanere concentrata e costante negli attacchi al canestro difeso paternesi.
Con questa vittoria la matricola mascalucense si proietta con Santa Croce al quinto posto in classifica.
Nel primo incontro della sedicesima giornata di campionato ancora una sconfitta per il Cus Catania.
Contro gli ostici avversari del Basket School Messina, la squadra di Russo ha cercato di far gioco in attacco ed in difesa, sino ad arrivare ad un – 8 che poteva dar coraggio ai cussini.
Tuttavia la caparbietà degli ospiti ha fatto la differenza nei quaranta regolamentari, conclusi infine sul punteggio di 50-73 a favore degli ospiti.
Il Cus rimane relegato al terz’ultimo posto in classifica a 6 punti di bottino complessivo.

Chiara Borzì

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*