U17E, Gravina avanti tutta, Cus Catania a casa

A Rende, Gravina-Ripalimosani 72-33, San Paolo-Cus 52-32… Minnella: «Ottimo approccio alla gara, alle nazionali poche chance ma venderemo cara la pelle»…

Va avanti tutta lo Sport Club Gravina, che vince per 72-33 sul Maccabi Ripalimosani ed è ammesso ai concentramenti interregionali di Under-17 d’Eccellenza. Allo spareggio interregionale che si è giocato a Rende, i campioni regionali di categoria erano stati ammessi insieme al Cus Catania, vicecampione, eliminato invece dal San Paolo Ostiense per 52-32.

Il Gravina U17 schierato a Rende
Il Gravina U17 schierato a Rende

Per il Gravina, l’incontro non ha avuto storia fin dalle prime battute, con i ragazzi di coach Carmelo Minnella che hanno messo in campo subito grande concrentrazione e aggressività, con Musumeci e D’Agostino subito in evidenza. Scavato un solco profondo alla fine del primo quarto (4-17), che si è ampliato nell’intervallo (17-43), nel secondo tempo il Gravina non ha abbassato il ritmo e sono saliti in cattedra prima Magrì (l’unico in doppia cifra con i suoi dieci punti) e Maugeri (9) e nel finale Gabriele Puglisi, aumentando il gap con il Maccabi fino al +39 conclusivo, grazie anche ai bei canestri di Amato e Di Mauro.

Minnella ha distribuito i minuti ai i 12 convocati (di cui facevano parte quattro nati 1997 e addirittura il ’98 Di Mauro, del gruppo under 15 eccellenza di Gabriella Di Piazza), andati tutti a punti, risparmiando Crisafi, Genovesi, Spampinato, Florio e Frazzetto autori, comunque, di buone prove. Questo il tabellino dei gravinesi:  Magrì 10, D’Agostino 8, Frazzetto 4, Genovesi 3, Puglisi 6, Maugeri 9, Crisafi 9, Musumeci 8, Florio 7, Amato 2, Di Mauro 2, Spampinato 4.

«Sono contento – è soddisfatto coach Minnella – per l’ottimo approccio alla gara e per il livello d’intensità, pressoché costante, impresso alla gara. I ragazzi hanno messo l’anima in difesa e costruito buone azioni in attacco. Ho visto tanta collaborazione e voglia di giocare l’uno per l’altro, come testimonia la distribuzione dei tiri e dei punti».

Ora il Gravina disputerà il concentramento interregionale con Unipol Banca Virtus Bologna, Comark Bergamo e Nuova Cest. San Severo, che si disputerà il 10, 11 e 12 maggio. Solo le prime due staccheranno il pass per le finali nazionali (alle quali accederanno 16 squadre), che si svolgeranno a Porto Sant’Elpidio e Civitanova Marche dal 10 al 16 giugno.

«Sappiamo di non avere grandi chance di passare – afferma Carmelo Minnella – ma essere arrivati fino a qui, dove l’imbuto si è ristretto a 32 squadre a livello nazionale (e quasi tutte squadre di settori giovanili di società di serie A, Legadue e L.N.A.), è per noi tutti motivo di grande soddisfazione. Da informazioni sui roster che dovremmo affrontare ho preso atto che vi è un gap fisico troppo elevato per potercela giocare (ognuna delle squadre ha 2-3 giocatori superiori ai 2 metri…), ma non entreremo sconfitti, venderemo cara la pelle e le proveremo tutte per mettere in difficoltà i nostri avversari. Sarà comunque un’esperienza formativa molto importante per i ragazzi nel loro percorso di crescita cestistico che in questa stagione, assieme al campionato di C2, si arricchisce di quest’altro prestigioso tassello».

R.B.C.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*