Acireale vince anche al PalaCus

Seconda affermazione di seguito sul campo neutro di Catania… Moretti e Lo Faro iniziano forte, il divario aumenta nell’ultimo quarto…

BASKET ACIREALE                             84

BASKET EMPEDOCLE                        69

Acireale: Marzo P. 13, Signorelli 2, Arena 2, Moretti 21, Lo Faro 12, Santonocito 13, Russo 4, Marzo A. 11, Arcidiacono 3, Persano 3

All.re: Russo

Assistente: Lo Faro M.

Tiri liberi: 29 su 39

Empedocle: Guarnaccia 10, Narbona, Sgrò 15, Fiannaca, Gangarossa 8, Zambito, Fathallah 17, Rotolo 2,Ferrara, Di Simone 10

All.re: Fillari

 

Parziali: 1° quarto 21 a 21; 2° q. 21 a 18; 3° q. 23 a 18; 4° q. 19 a 12

Arbitri: Sigg. Ferraro ed Arbace di Ragusa.

 

 

Macchine avanti piano, adagio, e per il Basket Acireale arriva la seconda vittoria consecutiva giocando la sua gara casalinga al Palacus della Cittadella Universitaria di Catania. Vittoria non agevole, contro un Empedocle ben disposto in campo, che nell’arco dei 40 minuti ha cercato in ogni modo di dare un dispiacere agli atleti di coach Russo, nonostante l’espulsione del numero 22 Di Simone al settimo minuto del secondo quarto.

Acireale parte subito forte con un canestro di Moretti e due triple consecutive di Lo Faro per un 8 a 0 iniziale che fa ben sperare il pubblico presente. Di contro, però, il quintetto acese comincia a non digerire più la difesa schierata ospite e non trova più il canestro né dalla media né dalla lunga distanza. Se a questo si aggiunge la serata no di Russo (1 su 6 al tiro con pochissimi rimbalzi conquistati), non sorprende che Empedocle passi addirittura in vantaggio, 9 a 10 al settimo minuto. Poi 15 a 19, con gli acesi che con due liberi di Lo Faro chiudono il tempino in parità 21 a 21.

Il secondo quarto prosegue sulla stessa falsariga del primo, se non peggio. Fathallah in cabina di regia spinge i suoi assistendo in maniera egregia Di Simone, che mette 4 punti consecutivi seguiti dalla tripla dello stesso play ospite e lancia gli atleti di coach Fillari a + 5, 32 a 37, al settimo. A questo punto, su una infrazione di passi fischiata a Di Simone in attacco, lo stesso si prende un tecnico e, non contento, riesce a farsi addirittura espellere coinvolgendo anche il dirigente accompagnatore, che protestando non ottiene altro effetto che seguirlo in tribuna. Moretti dalla lunetta fa 5 su 6 e le due compagini sono di nuovo a braccetto, 37 a 37. Sempre Moretti mette la tripla del 40 a 37 e si va all’intervallo lungo sul punteggio di 42 a 39 per Acireale.

Terzi dieci minuti ancora in equilibrio, con Acireale che viene sistematicamente ripresa dagli ospiti ogni qual volta cerca di allungare nel punteggio. Russo ruota i suoi uomini, Riceve punti e stoppate da Santonocito (13 punti per lui), tanti falli subiti da Alberto Marzo (ben 8, con 5 su 8 dalla lunetta).

Gli ultimi dieci minuti iniziano con Acireale sopra di 8: 65 a 57. La squadra di casa sbaglia molto in attacco, ma se Atene piange Sparta non ride perché dall’altra parte Sgrò e compagnia sprecano molto prediligendo il tiro dalla lunga distanza. I granata acesi cominciano, dunque, ad acquisire un vantaggio di circa dieci punti, che si porteranno fino alla fine, grazie anche alla tripla scacciapensieri di Pietro Marzo.

Il prossimo turno vedrà il quintetto acese affrontare in trasferta a Cosenza la squadra di coach Binetti e dell’ex Pietro Vazzana. Domenica 10 Novembre alle ore 18.00.

Sabato 9, alle ore 18.00, inizia invece l’avventura dei ragazzi del ’99 di coach Daniele Balbo al PalaUditore di Palermo contro il Leonardo Da Vinci di Palermo.

Studio Tribbù

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*