L’Aretusa affonda il B.C. Paternò

Partenza blanda e per i siracusani tutto si mette in discesa… Frattura del setto nasale per Fiorito… Domenica prossima la truppa di Castiglione va a Gravina…

Paternò-Aretusa 53-70

Basket Club Paternò: Asero 8, Famà 9, Fiorito 4, Floresta 7, Grasso 9, Lo Faro A. 11, Rao A., Rao T. 2, Russo, Santonocito 3. All. Castiglione.

Aretusa Siracusa: Agosta 24, Alescio, Bellofiore 9, Bonaiuto 13, Boscarino 3, Carbone, Carpinteri 11, Ferraro 4, Ferrera 3, Messina 3, Micalizzi. All. Marletta.

Arbitri: Brugaletta F. e Giunta A. di Ragusa.

Parziali: 6-20; 26-38; 38-52.

A destra, Andrea Lo Faro (foto R. Quartarone)
A destra, Andrea Lo Faro (foto R. Quartarone)

Non c’è due senza tre, con questo simpatico detto si potrebbe spiegare il terzo K.O. tra le mura amiche, del Basket Club Paternò che ha dovuto arrendersi per 53-70 contro la capolista indiscussa del torneo di C regionale, l’Aretusa Siracusa.

Passando alla cronaca, il match inizia con una partenza sprint degli ospiti con un’immarcabile Agosta che permette il primo allungo aretusino sul 3-11. Coach Castiglione decide di provare la zona ma tale scelta viene prontamente punita con 2 bombe dall’angolo di Bonaiuto. I Biancorossi sembrano incapaci di reagire e il primo tempino si chiude sul 6-20.

Alla ripresa del gioco sembra un’altra partita, i padroni di casa cambiano ritmo in difesa e grazie alle triple di Lo Faro si portano a -6, ma è ancora Agosta a fare la voce grossa sotto i tabelloni riportando i suoi a distanza di sicurezza. Arriva l’infortunio di Fiorito, costretto a lasciare il campo anzitempo, frattura composta al setto nasale per lui, tempi di recupero da valutare. Il secondo parziale è vinto dai paternesi per 18-16, i quali però non riescono a ridurre in maniera sostanziale lo svantaggio.

Nella seconda parte del match gli ospiti continuano a difendere a zona, non è una novità per la squadra locale, finora nessuna delle squadre incontrate decide di marcare a uomo e questo crea un po’ di problemi agli esterni paternesi. Gli ospiti continuano ad attaccare con ordine e segnare con tutti i suoi uomini, dimostrando un bel gioco corale e affermando una volta di più la propria leadership in classifica. I paternesi lottano ma il divario non riesce a ridursi.

Nell’ultimo tempino i Biancorossi sono distanti per provare l’aggancio e la partita si conclude con già citato punteggio di 53-70. A fine partita non c’è preoccupazione nell’ambiente paternese, l’unica recriminazione riguarda solo la partenza blanda che ha portato lo svantaggio che di fatto ha segnato tutta la partita. Le prossime tre partite sono tutte alla portata e si è fiduciosi che il cammino può avere una brusca inversione di tendenza. A partire dal prossimo incontro, domenica 24 fuori casa sul difficile parquet del Gravina, bisognerà trovare la via per la seconda vittoria stagionale.

Responsabile rapporti con la stampa
Antonino Navarria
Basket Club Paternò 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*