Paternò torna alla vittoria ad Aci Bonaccorsi

Seconda vittoria stagionale in trasferta… Inizio forte dei bonaccorsesi, i paternesi recuperano grazie al duo Sortino-Famà… Il capitano: «Ogni partita è una finale»…

 

Aci Bonaccorsi – Paternò 63-74

Aci Bonaccorsi: Casiraghi 24, Maugeri 14, Mazzerbo 4, Prudente 13, Garozzo 2, Rapisarda 5, Privitera 1. All. Costa
Paternò: Asero 8, Famà 20, Fiorito 2, Grasso 13, Rao T .2, Russo 2, Santonocito 2, Sortino 25. All. Castiglione.
Arbitri: Esposito A. e Esposito C.
Parziali: 10-15; 29-34, 48-54.

In casa paternese dopo lo sforzo della dirigenza con l’acquisto del play Dario Sortino serviva anche una reazione della squadra con una vittoria e così è stato, infatti domenica pomeriggio in trasferta è arrivata la seconda vittoria stagionale. Per i paternesi si tratta del secondo successo fuori casa, questa volta la vittima si chiama Aci Bonaccorsi che ha dovuto arrendersi al 63-74 finale. Passando al match, i biancorossi sono partiti con il piede sbagliato subendo nei primi minuti un parziale di 8-0, che costringe coach Castiglione a chiamare subito un time-out. Dopo la strigliata del proprio Coach i ragazzi rientrano in campo più sereni e segnano un contro parziale grazie anche ai tiri dalla lunga distanza di un Maurizio Grasso modalità cecchino (13 punti a referto per il pivot). Il primo tempino finisce con un piccolo vantaggio partenese di 4 punti sul 14-18. Il secondo quarto invece è molto equilibrato e alle iniziative di Casiraghi (unico vero pericolo avversario con i suoi 24 punti a referto) risponde la ditta Famà-Sortino, per il Capitano e per il neo-play paternese una serata da incorniciare. Alla ripresa dei giochi si assiste ad uno dei tanti allunghi dei Paternesi che però pagano alcuni errori banali e vengono puntualmente ripresi grazie alle penetrazioni del solito Casiraghi e dei tiri dalla media di Prudente. L’ultimo quarto è molto intenso e fino a 4 minuti dalla fine regna l’equilibrio che però viene rotto dai biancorossi cambiando nuovamente marcia e in 3 minuti aprono un parziale di 10-0 che permette l’allungo decisivo.

Oltre ai già citati Famà e Sortino autori di 45 punti in due, e di un Grasso in ottime condizioni fisiche, note di merito anche per Asero, Rao,Santanocito e Fiorito che hanno sfoderato una prestazione maiuscola in difesa, limitando gli avversari più pericolosi. Ottima anche la prestazione offerta dall’under Ivan Russo autore di belle giocate e di alcuni rimbalzi offensivi fondamentali per il successo finale. In conclusione si è visto un Paternò operaio, pronto al sacrificio difensivo, concentrato e lucido in attacco nei momenti caldi. In conclusione a Paternò ci sta tanta euforia per la vittoria è già la testa è rivolta al prossimo match, al Palazzetto di Via Bologna sabato 21 alle 20.00 (orario che ancora la Federazione deve confermare) arriva il PGS Sales. Però a Paternò sanno anche che il cammino è ancora lungo, come si può evincere anche dalle dichiarazioni del capitano Enrico Famà: “Adesso non è  il tempo di festeggiare, dobbiamo risalire in fretta la classifica se vogliamo prenderci le soddisfazioni che questa squadra merita per qualità e impegno, abbiamo già la testa alla prossima sfida in casa, non possiamo permetterci di fare calcoli, ogni partita adesso è una finale”.

Responsabile rapporti con la stampa
Antonino Navarria
Basket Club Paternò

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*