Nel derby la Lazùr fa sudare la Rainbow

Vince di nove la capolista… Lazùr ancora decimata… Villarruel segna 24 punti… Sette atlete under-17 in campo nell’ultimo quarto…

Lazùr – Rainbow 55-64
Lazur Catania: Miceli, Licciardello G. 12, Licciardello C., Bruni 12, Gecheva 11, Hristova 8, Messina 7, Condarelli 4, Tropea 2, Buscema, De Lucia.
Rainbow Catania: Capici 5, DiStefano, Bruno, Parisi 6, Grima 13, Villaruel 24, Accolla 7, Cocina 6, Gandolfo, Quadarella 3, Imeneo, Magri.
Parziali 9-13; 21-35; 35-51; 55-64.
Arbitri: Perrone e Fichera di Catania

Una Lazùr tutta cuore e grinta costringe la capolista Rainbow a sudare le proverbiali sette camicie per portare a casa il successo nella stracittadina catanese di serie B/F. Coach Catanzaro  deve fare a meno di Carbone, Manganaro, Spata, Guarrasi e Guastella, ma recupera capitan Bruni, Buscema, De Lucia e Condarelli.

Nel primo quarto Hristova firma il primo canestro dell’ incontro, ma la zona delle ragazze lazurine viene bucata dalle realizzazioni dalla lunga distanza di Villaruel e Grima (autrici alla fine rispettivamente di 29 e 13 punti); la buona propensione al sacrificio e alla lotta su ogni pallone consente alla Lazùr di chiudere il parziale sotto di 4. Nel secondo quarto si decide l’incontro: Villaruel sale in cattedra e le padrone di casa mettono in mostra confuse azioni offensive; si va all’intervallo con la Rainbow in vantaggio 35-21.

Musica diversa dopo l’intervallo: Bruni, Giuliana Licciardello e Gecheva guidano la rimonta della Lazùr che perde il terzo parziale di soli due punti, ma si porta nel quarto finale a – 6 dalle rivali, rendendo palpitanti gli ultimi tre minuti di gioco. Il rientro in campo di Grima e qualche pallone di troppo perso dalle ragazze di coach Catanzaro, consentono alla Rainbow di portare a casa il successo e di rimanere in vetta alla classifica.

L’incontro ha fatto registrare il buon minutaggio concesso dai due allenatori a diverse atlete prodotto del proprio settore giovanile, tanto e’ che nell’ultimo quarto si sono contate in campo ben sette atlete nate nelle annate ’97 e ’98; e in un periodo di vacche magre, nel quale le risorse economiche sono sempre minori, la capacità delle due società catanesi di mettere in mostra le ragazzine del proprio vivaio, rappresenta motivo di grande merito, oltre che di opportuna lungimiranza.

Ufficio stampa Lazùr Basket Catania

La Rainbow continua la sua marcia da rullo compressore e chiude l’anno nella migliore delle maniere, con grande soddisfazione per coach Di Piazza e il suo staff. Si aggiudica il ritorno del derby con la Lazur in casa delle avversarie e si conferma capolista solitaria, seguita dal San Matteo di Kramer, sua diretta inseguitrice, e dalla Nova di Caliendo al terzo.

Sin dai primi minuti di gioco prende in mano le redini del match, dettandone ritmi e tempi. Top scorer la solita Villarruel con 24 punti nel suo bottino personale e una prestazione di personalità e grinta, coadiuvata da una Grima che conferma il suo stato di forma, nonostante un attacco di appendicite di cui è stata vittima nei giorni scorsi, con grande spirito di abnegazione e responsabilità: 13 punti e una prestazione più che buona. Ma la caratteristica della Rainbow, si sa, è il gioco di squadra e anche oggi l’inerzia della partita e il rendimento in campo di tutte le ragazze lo hanno dimostrato. Da sottolineare la percentuale di realizzazione al tiro dalla distanza di Capici e di Cocina, con una serie di bombe entusiasmanti, ed i recuperi e le azioni individuali di Parisi, incisiva. Coach Di Piazza nell’ultimo quarto ha lasciato in campo le giovani, dando loro spazio e tempi di gioco, ruotando le lunghe. La lazur prova con il pressing ad accorciare le distanze e fa intimorire la Rainbow per qualche istante, ma le ragazze di Di Piazza sono attente e trovano subito la reazione, ristabilendo il distacco sul tabellone a loro favore fino all’ultima sirena.

Si ritorna in campo dopo la pausa panettone, il 12 Gennaio, davanti il pubblico di casa, con il big match contro il Castellammare di coach D’Anna.

Addetto stampa Maria Luisa Lanzerotti

2 Commenti

  1. Sicuro che giocano il 12? non vorrei ci fossero cambiamenti come la volta scorsa e poi non si viene a sapere.. 😀

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*