Impresa della Nova: fermata la Rainbow

Malgrado le assenze, le castellammaresi violano il PalaGalermo… Rainbow rimane capolista a parimerito con San Matteo… Mancati gioco di squadra e difesa…

2014-rainbowRainbow Catania 52 – Nova Castellamare 64

Rainbow Catania: Grima 19, Villarruel 9, Parisi 4, Quadarella 2, Accolla 10, Imeneo 2, Cocima, Capici 2, Bruno, Bellomia 4, Distefano. All. Di Piazza.
Nova Basket Castellammare: Laudicina 11, Ganci 14, Fazio 12, Vaccaro 12, Lo Porto 9, Calabretta 6, Rappa ne. All. D’Anna.
Arbitri: Perrone e Puglisi di Catania
Parziali: 8\13 24\31 38\45 52\64

Gisel Villarruel (foto Giuseppe Maugeri)
Gisel Villarruel (foto Giuseppe Maugeri)

Non ce l’ha fatta la Rainbow ad iniziare l’anno con l’ennesima vittoria e a confermarsi capolista solitaria, nell’interessante testa alta della classifica di serie B. Bloccata in casa da una determinata Nova che, pur priva di Caliendo e Gattini, gode dell’esperienza di Fazio, Vaccaro e Lo Porto, e chiude momentaneamente le ali alle catanesi, conquistando un’importante vittoria esterna. La Rainbow si ferma a 12 punti, sempre capolista, ma in compagnia del San Matteo Messina.

Non sono bastati i 19 punti realizzati da Grima e i 10 di Accolla, anche lei in doppia cifra, per ribaltare una situazione, che ha visto in qualche modo sempre avanti la squadra di coach D’Anna. Solo al rientro dalla pausa lunga e per quasi tutto il terzo quarto, le ragazze di Di Piazza hano recuperato il gap che le divideva dal Castellamare, con la giusta determinazione e la grinta che le contraddistingue di solito, entusiasmando di nuovo panchina e pubblico, su azioni individuali in velocità e in contropiede. Ma non è bastato passare dal -7 al +1, e le speranze di riprendere le redini dell’incontro in mano, sono durate troppo poco. Se fino ad adesso il gioco di squadra è stata la marcia in più per le ragazze di Di Piazza, e la difesa, l’arma vincente, proprio questi due elementi sono venuti a mancare domenica sul parquet del Palagalermo, insieme al giusto atteggiamento.

Castellamare ha saputo sfruttare proprio gli errori di casa, e portarli a suo favore fino ala fine. Complice forse il lungo stop forzato delle vacanze natalizie, arrivato proprio nel momento migliore di rendimento e di concentrazione della Raibow, che ha, perchè no, spezzato i ritmi e la concentrazione.

Archiviata la sconfitta, le giovani catanesi sono già al lavoro per affrontare il prossimo step, ancora davanti al proprio pubblico, domenica 19, contro la Stella Basket Palermo, in attesa del big match di domenica 26 contro l’altra capolista San Matteo Messina.

Addetto Stampa Maria Luisa Lanzerotti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*