Cus Cus Catania in campo: è una festa

La prima del basket in carrozzina contro l’ottimo Lupiae Salento… In 150 al PalaArcidiacono per tifare e sostenere la squadra… Bulla: «Bravissimi i ragazzi, bellissimo esordio»…

2014-011_cuscussalento

Cus Cus Catania-Salento 13-73
Parziali: 1-28, 7-40 (6-12); 9-59 (2-19), 13-73 (4-14).
PalaArcidiacono di Catania, 19 gennaio, 11:00

Cus Cus Catania: Seminara, Barcella ne, Di Bella, Garraffo, Florio, Messina © 3, Pasqualitto 8, Marchese, Chillemi, Malaponte, Spampinato ne, Fonte 2. All.: Bulla.
Lupiae Team Salento: De Nuccio 16, De Giorgi 4, Jiat 2, Ingrosso 6, Campanile © ne, Coi 3, Pastore 4, Gioia 4, Spedicato 24, Bozzicolonna 1, Guarascio 9.
Arbitri: Mucella e Di Mauro. Udc: Cittadino e Quartarone.

Capitan Messina e Florio (foto Anna Maria Marraffa)
Capitan Messina e Florio (foto Anna Maria Marraffa)

L’esordio del Cus Cus Catania in Serie B FIPIC è stato una grande festa: sugli spalti il folto e sportivo pubblico ha tifato per tutta la partita, in campo i giocatori su due ruote si sono divertiti e si sono impegnati per superare il muro dei 10 punti. «Sforare questa soglia è per noi un grande successo – commenta a caldo Ilenia Bulla, la coach etnea -. I ragazzi sono stati bravissimi, considerando che siamo partiti da un gruppo che non aveva mai giocato, questo è un risultato enorme».

Lo è considerando che la formazione leccese ha volato in campo. Ben diretto dal capitano Andrea Campanile, il Lupiae ha messo in mostra efficaci schemi difensivi e offensivi, oltre alle individualità del contropiedista De Nuccio, sempre pronto a sfruttare le palle recuperate dai compagni, e del cecchino Spedicato, che da sotto ha una mano morbidissima, oltre a Buzzicolonna, l’unica ragazza sul parquet che s’impegna e cattura falli sotto canestro.

Festeggiamenti a fine gara (foto Anna Maria Marraffa)
Festeggiamenti a fine gara (foto Anna Maria Marraffa)

Non c’è molto da raccontare per la cronaca, solo da segnalare che gli unici canestri dal campo del Cus Cus sono firmati da Maurizio PasqualittoIvan Messina ha diretto al meglio i compagni. «Se si impegnano in allenamento – prosegue Bulla -, tutti avranno il loro spazio. Faccio i complimenti al capitano Ivan Messina, che ha giocato molto bene, e mi fa molto piacere l’integrazione nel gruppo. Il nostro obiettivo è giocare divertirci e portare qualche risultato a casa».

Il «bellissimo esordio» (sempre citando la coach) del basket in carrozzina marca Liotru si conclude quindi con una festa che coinvolge i giallorossi e i biancazzurri a centrocampo, con l’emozione delle famiglie e dei centocinquanta presenti. Sabato i catanesi saranno in campo contro il Panormus: già dalla prossima si potranno testare i miglioramenti di una squadra che va continuata a seguire.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*