Rainbow, la Nova passa all’ultimo secondo

Ottima prova delle ragazze di D’Anna… Spazio alle giovanissime etnee, Villarruel strepitosa… Ping pong finale al cardiopalmo… Assente Grima: è stata tagliata?…

2014-rainbow

Rainbow – Nova 55-56
Parziali: 20-21, 29-39 (9-18); 42-48 (13-9), 55-56 (13-8).
Rainbow Basket Catania: Capici 2, Parisi 8, Villarruel 36, Accolla, Cocina 4, Quadarella, Imeneo 2, Bellomia 3, Crisafulli. All.: Di Piazza.
Nova Basket Castellammare: Laudicina 16, Ganci 11, Fazio 13, Vaccaro 4, Lo Porto 8, Calabretta 2, Rappa 2. All.: D’Anna.
Arbitri:
  A. Esposito e C. Esposito.

Giuliana Bellomia (foto Giuseppe Lazzara)
Giuliana Bellomia (foto Giuseppe Lazzara)

«A volte in una partita, la palla colpisce il nastro e per un attimo può andare oltre o tornare indietro. Con un pò di fortuna va oltre, e allora si vince. Oppure no, e si perde». Questa è un famoso monologo di un altrettanto famoso film di Woody Allen, Match Point. Il nastro di cui si parla è quello della rete di un campo da tennis, ma può essere benissimo usata come metafora, anche nel basket, dove la rete diventa il ferro.

L’episodio finale del big match di domenica tra Rainbow Catania e il Castellammare lo rappresenta in pieno, senza nulla togliere all’ottima prova delle ragazze di D’Anna e all’esperienza di Fazio, Vaccaro e compagne. 55/56 il punteggio finale di un test in cui l’allenatrice palermitana Di Piazza, non ha di certo nulla da rimproverare alle sue giovani ragazze, scese in campo prive della maltese Grima e con un quintetto giovane, con un gran cuore, intensità e abnegazione. Nonostante un primo quarto iniziato in modalità diesel, la Rainbow ha infatti mostrato una buona prestazione, mentre Di Piazza ha dato spazio e lo farà sempre più spesso, alle giovanissime Gandolfo, Capici ed Imeneo. Da definirsi strepitosa la prova dell’argentina Villarruel, nei recuperi, nel velocizzare in contropiede e in difesa.

Valentina Parisi (foto Giuseppe Lazzara)
Valentina Parisi (foto Giuseppe Lazzara)

Dal secondo quarto in poi la ripresa, fino al rientro dopo la pausa lunga, che ha visto un terzo e un ultimo parziale, marcati Rainbow a caratteri grandi. Pressione a tutto campo, senza mai interrompere i ritmi di gioco e senza mai abbassare i toni, azioni offensive incisive e difesa che riusciva a contenere le incursioni avversarie. Rush finale e protagonista è un ping pong al cardiopalmo di canestri da un lato e dall’altro, in perfetto equilibrio, e il risultato appeso al filo dei secondi. Ma sulla sirena finale il tabellone decreta lo score a favore della Nova, inesorabile.

Esce tra gli applausi del suo fedele pubblico la coraggiosa Rainbow, che dopo la pausa imposta dalla Coppa Italia prevista nel prossimo fine settimana, tornerà in campo per il derby di sempre contro la Lazur.

Addetto stampa
Maria Luisa Lanzerotti

La photogallery di Giuseppe Lazzara su Facebook

Sull’assenza di Christina Grima, è stata chiesta una versione ufficiale alla società e alla giocatrice, ma senza esito. Pare comunque che la giocatrice sia stata tagliata dalla Rainbow. (rq)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*