L’Olympia si concede il bis ad Ancona

Seconda vittoria in una settimana contro le marchigiane… Quarto posto agganciato… Buzzanca, Pavia, Brezinova e Seino in doppia cifra…

2014-olympia

Droptek Ancona – Olympia Catania 59/64
Parziali: 12-24; 25-37; 49-49; 59-64

Ancona: Redolf 10, Maroni 7, Sordi 19. Cadoni, Rebane 16, Formiconi 1. Madonna 5, Dell’olio 1 Di Sario,  Mataloni. All. Gaspari
Olympia: Buzzanca 14 Pavia 15. Brezinova 14, Guerri 3, Seino 10, Melissari 8, Ferlito,  Servillo, Anechoum, La Manna.  All.  Porchi
Arbitri: Vittori-Santilli

Enrica Pavia in una foto d'archivio (ph. F. Amodeo)
Enrica Pavia in una foto d’archivio (ph. F. Amodeo)

L’Olympia Catania si ripete ad Ancona contro la Droptek: sul parquet del Palarossini, centra il terzo risultato utile consecutivo e scala la classifica del girone B. Dopo il recupero, apre il ritorno della Poule Promozione a 12 punti ed aggancia il gruppetto di testa, entrando a far parte delle prime quattro della classe, insieme alla Saces Dike Napoli, avvicinandosi al sogno play off. Le catanesi scendono in campo determinate sin dal primo minuto e chiudono i primi due quarti con 8 punti di scarto a loro favore, facendo ben intendere quale sarebbe stato l’andazzo dell’incontro,  prendendo in mano le redini del gioco,  contro un’ Ancona poco incisiva, ma mai doma, che sino alla pausa lunga, non riusciva a trovare la reazione necessaria per contrastare la rincorsa delle ragazze di Porchi. Ma già dagli ultimi minuti del secondo parziale, l’Olympia cala un po i ritmi e dall’inizio del terzo tempino,  concede un po di più alle padrone di casa: una scatenata Sordi riduce il gap e ristabilisce gli equilibri in campo,  portando il punteggio sul tabellone a fine quarto sul 49/49.

Nella volata finale dell’ultimo parziale i toni si alzano e nessuna delle due squadre vuole mollare la presa,  mentre l’Olympia sa che deve conquistare a denti stretti i due fondamentali punti per il suo cammino. Il gioco si fa duro e l’Olympia mostra carattere e spirito di squadra, riesce a contenere le incursioni di Rebane,  Redolf e Sordi,  e a sfruttare gli errori della Droptek a suo favore,  portandosi nuovamente avanti sul tabellone,  fino alla sirena finale, che decreta la sua vittoria. Top scorer del match Enrica Pavia con 15 punti,  seguita da Buzzanca e Brezinova con 14, e da Seino ancora in doppia con 10. Importantissimi saranno i prossimi due appuntamenti per il futuro dell’Olympia,  che potrà approfittare del fattore campo per due settimane di seguito: primo il big match contro Vigarano, fissato per sabato prossimo al Palacatania alle 18, mentre nel secondo,  il 23 Marzo, dovrà vedersela con il Broni.

Addetto stampa
Maria Luisa Lanzerotti
Olympia 68 Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*