La Lazùr è viva, ma cede di due a Palermo

Gestione disastrosa del primo quarto… Bruni e Carbone mettono ordine… Nella seconda metà gara Licciardello e Spata tentano di ricucire… A 1’30” si arriva sul -2, poi la Stella reagisce…

2014-lazur

Stella Palermo – Lazur Catania 40-38
Stella: Ventimiglia F. 2, Lo bianco 3, Scrima 13, Vigilante 7, Lo Giudice 1, Ventimiglia B., Cafiso, Mineo 1, Bianco, Bursi 2, Trevisano 11, Titolo, All. Orecchio
Lazur: Spata, Miceli, Licciardello 10, Bruni 4, Gecheva 4, Hristova 10, Messina, Carbone 8, Condarelli 2, Tropea, De Lucia, Guastella, all. Catanzaro
Parziali: 15 – 4, 23 – 12, 34 – 24, 40 – 38
Arbitri: Barbera e Vilardi di Trapani.

La Lazur arriva a Palermo con tutte le intenzioni per fare il colpaccio e chiudere questa stagione negativa con dignità. Intenzioni avvalorate da una settimana di allenamenti volti alla preparazione di questa partita vissuta dai più come una vera e propria finale. Purtroppo, come è capitato spesso quest’anno, la differenza fra idea e azione è apparsa subito evidente e una gestione disastrosa del primo quarto ha condizionato la gara fino alla fine.

Palla a due e perdiamo 5 palloni di fila senza mai organizzare un’azione di attacco che assomigli minimamente ad un gioco corale. Risultato primo parziale a favore delle palermitane chiuso per 15 a 4. A poco a poco la Lazur prova a ricompattarsi, grazie soprattutto alle veterane Carbone e capitan Bruni, che provano a dare calma e solidità alle sbandate compagne per ritrovare quel minimo di gioco che possa evitare il tracollo. Riusciamo in questa maniera a pareggiare il secondo quarto e vinciamo il terzo parziale di un punto.

L’ultimo parziale segna una svolta nella partita, la Lazur riprova a macinare gioco e grazie ad una zone press riesce a recuperare palloni con Spata e Licciardello che provano a portare punti nello scarno bottino lazurino. L’impresa di ridurre lo svantaggio riesce fino al -2 a circa 1:30 dalla fine. Nel momento in cui le stelline sembrano impallate, non riusciamo ad approfittare del vantaggio mentale, subendo il canestro del 39-35 e un tiro libero a 5 sec dalla fine, che chiude di fatto la partita. L’ultimo secondo vede una tripla messa a segno da Licciardello che fissa il punteggio finale sul 40-38. Appuntamento per l’ultimo atto sabato prossimo ore 17:00 al palaArcidiacono per la gara di ritorno.

Ufficio stampa Lazùr Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*