L’Olympia è terza e aspetta Vigarano

Grave infortunio a Pavia: non farà i play-off… La vittoria di Bologna: il triangolo delle meraviglie decisivo… Sette vittorie su otto partite nella Poule Promozione…

2014-olympia

Meccanica Nova – Olympia 49-72
Progressivo: 11-17, 21-44, 35-56, 49-72.

Meccanica: Nori, Landi, Crudo 2, Cabrini 8, De Pretto 15, Tava 12, Santarelli 4, Capelli, Angelini, Cordola 8. All. Scanzani
Olympia: Guerri 4, Brezinova 21, Buzzanca 22, Ferlito, Pavia 12, Servillo 6, Anechoum 2, Seino 5, La Manna, Melissari n.e. All. Porchi 
Arbitri: Meloni e Bonetti di Ferrara

Enrica Pavia: stagione finita (foto F. Amodeo)
Enrica Pavia: stagione finita (foto F. Amodeo)

Una superba Olympia Catania si conferma in tutta la sua forza sul parquet della Meccanica Bologna e si presenta ai play off con il suo curriculum migliore: 18 punti, 7 partite vinte su 8, ha aperto la sua Poule Promozione da “piccola” con soli 4 punti, qualificatasi adesso alla corsa verso il salto di categoria da “grande”, con ben 14 in più ed una crescita sul campo e fuori da fare invidia anche alle compagini più affermate.

Scende in campo sin dal primo minuto con una determinazione, che non ha concesso possibilità di replica alle padrone di casa. Bolognesi che hanno provato a rimanere attaccate con lo score sul tabellone fino alla fine del primo parziale, ma che poi hanno dovuto cedere il passo in maniera sempre più definitiva alle ragazze etnee, di un più che soddisfatto coach Porchi, nonostante la buona prestazione di Tava, De Pretto e Cabrini. Prive di Melissari, costretta per precauzione al riposo, per una brutta botta rimediata in settimana in allenamento, le catanesi hanno dato il meglio sia in difesa, che in fase offensiva, ed ai rimbalzi, con il gioco di squadra e di gran cuore che le contraddistingue, e con il solito “triangolo motore delle meraviglie”.

Top scorer del match la gladiatrice Buzzanca con 22 punti nel suo bottino personale, seguita dalla padrona delle plance, la lunga Brezinova con 21, e da Pavia, preziosa con 12, ma sfortunata, attorno alla quale si stringono in un grande, affettuoso e sincero abbraccio, le sue compagne e il suo staff tutto, per il brutto infortunio al ginocchio, rimediato durante il match, e che con immenso dispiacere la costringerà a stare fuori dai play off.

La griglia di partenza è così composta: a 22 punti, quindi primo, è il Minibasket Battipaglia. A 18 punti tre squadre: al secondo posto la Vigarano Vassalli, seguita al terzo dall’Olympia Catania, e al quarto da Ariano Irpino. Secondo il regolamento vanno a scontrarsi così la prima contro la quarta, quindi Battipaglia vs Ariano Irpino, e la seconda contro la terza, Vassalli Vigarano vs Olympia Catania, al meglio dei tre incontri. La beffa se così si può definire, sta nel criterio utilizzato e nel fatto che, per stabilire la posizione delle quattro finaliste nella griglia, è stata considerata la differenza dei canestri di tutte le partite giocate dalle tre squadre a pari punti, e quindi ad esempio Catania, pur avendo vinto gli scontri diretti con Vigarano e 7 partite su 8, si ritrova al terzo posto, e non al secondo, al quale avrebbe senza dubbio ambito, anche, soprattutto, per una questione di fattore campo a favore.

Lo start delle semifinali play off è fissato sin dalla prossima settimana, in cui l’Olympia è chiamata al primo esame in casa della Vassalli sabato 12 (alle 21:00), per poi giocare il ritorno giovedì 17 davanti al proprio pubblico nel turno infrasettimanale (alle 18:00), e l’eventuale bella decisiva sempre in trasferta il sabato successivo (21:00).

L’infortunio di una pedina fondamentale del gruppo squadra, dentro e fuori dal parquet, come Enrica Pavia, ha reso di certo amara la vittoria delle catanesi sul campo della Nova e così l’attesa al rush finale verso la corsa alla promozione, ma le ragazze di Porchi saranno ancora più motivate nel dare il meglio di loro, unite, e magari, perché no, regalare grandi ulteriori sorprese.

Addetto stampa Olympia Catania
Maria Luisa Lanzerotti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.