Serie B femminile: molte incognite, poche certezze

L’ala Licia Gioia passa alla Lazùr: «Ora siamo in cerca del play»… Priolo riparte dalle giovani in Serie B… Rainbow: ancora nessun movimento ufficiale…

2015-Rassegna

Prosegue sotto traccia l’avvicinamento alla prossima stagione di Serie B femminile. In attesa di sapere formula e inizio (comunque dopo il 19 ottobre), la massima serie regionale deve accontentarsi di sapere che saranno quattro le formazioni al via (Rainbow e Lazùr di Catania, Rescifina e San Matteo di Messina), forse cinque con Priolo, forse 11-12 se passerà la linea che vuole un campionato misto con la Serie C. Dopo Ferragosto, sicuramente, le idee saranno più chiare.

A Priolo sabato è arrivata la pietra tombale su ogni speranza nell’A2: il presidente Petrucci ha comunicato che la richiesta d’ammissione come decima squadra del Girone C è respinta. Si ripartirà dunque dalle giovani, ma sui nomi se ne parlerà dopo Ferragosto.

L’unico movimento ufficiale è stato quello della Lazùr, che ha preso l’ala forte Licia Gioia (29 anni, ex Verga Palermo). «Quest’innesto – spiega il confermato coach Gianni Catanzaro – ci dà una grande mano sotto canestro per rimbalzi e punti. Ci stiamo ancora guardando in giro, il play è il ruolo che più ci preoccupa, io e Antonio Aleo cerchiamo chi possa sostituire Rossella Manganaro».

Il raduno delle lazurine non è ancora fissato, ma c’è voglia di riscatto: «Mi aspetto una prova d’orgoglio – ammonisce il coach –: la stagione scorsa è andata male, può capitare un’annata storta, ma abbiamo il dovere di non ripeterla. Ripartiremo anche con le giovanili, dovremmo iscriverci all’Under-19 e forse 17. Proseguo anche il progetto con la Virtus Augusta, per ora solo nel minibasket».

Nessun movimento ancora dal fronte Rainbow. Con il fallimento dell’”affratellamento” tra le etnee e l’Olympia, hanno lasciato la città Giulia Melissari (destinazione Virtus Cagliari), Enrica Pavia (finita a Broni) e Renata Březinová (l’ha presa Orvieto); Giorgia Guerri potrebbe invece andare al Verga Palermo. La prima squadra ripartirebbe da Gabriella Di Piazza come coach e dal settore giovanile che nelle ultime stagioni è diventato il più organizzato della provincia.

Roberto Quartarone

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*