Del Vecchio e il progetto giovanile gravinese

Il direttore tecnico scelto da Natale De Fino spiega i prossimi passi… «Vogliamo creare una “scuola Gravina” per caratterizzare il nostro lavoro e formare giocatori completi»…

Il Gravina Under-17 veleggia a punteggio pieno nel campionato regionale d’Eccellenza: dopo una parentesi di una stagione, la società del presidente Natale De Fino si è ripresentata nel torneo che raccoglie le migliori squadre giovanili per nati dal ’98 in giù anche e soprattutto dopo aver rilanciato il progetto tecnico-societario.

In estate sono arrivate infatti due figure chiave: il direttore sportivo Cinzia Genualdo e il direttore tecnico Mike Del Vecchio. «Mi hanno chiesto di rendermi conto dell’ambiente, di suggerire e proporre soluzioni tecnico-tattiche», spiega il secondo, già head coach di Termoli, Adrano, Paternò e Reggio Calabria femminile. «Vogliamo costruire un progetto tecnico a lungo termine, curando degli aspetti e dei fondamentali che possano caratterizzare il nostro lavoro e creare una “scuola Gravina”».

L’idea è ambiziosa ma si instaura in un lavoro che da oltre 26 anni calamita le attenzioni della formazione etnea. «L’obiettivo finale – prosegue Del Vecchio – è formare giocatori completi, in modo che se vogliano continuare dopo le giovanili abbiano i mezzi per farlo. Inoltre, Gravina si deve riconoscere a tutto tondo in questo discorso tecnico, non si deve lavorare a compartimenti stagni ma uniformare il lavoro dei singoli tecnici. Così mi confronto continuamente con Gianluca Spina, Carmelo Gullotti e Pino Projetto, che allenano i gruppi dal minibasket all’Under-17, e gestisco al loro fianco (lasciando massima autonomia) un allenamento a settimana con ogni gruppo».

La sinergia che si crea e l’amalgama tra i tecnici porterà dunque a una crescita complessiva della realtà gravinese. «Non è un lavoro immediato – frena l’ex play catanese, passato anche dalle giovanili di Pesaro –. Sono un “uomo di campo”, ora osservo molto il lavoro degli altri e sto anche valutando come possiamo essere, tutti insieme, capaci di sviluppare il progetto voluto dal presidente. Ci stiamo ancora conoscendo, i frutti del lavoro arriveranno con il tempo».

Ora, alle spalle del discorso progettuale, è il campo che sta dando delle prime belle risposte. Al ritorno dell’Under-17 nel campionato d’Eccellenza, la formazione di Projetto e Gullotti ha già vinto le prime quattro, soffrendo domenica scorsa contro la Pallacanestro Trapani. E presto iniziano gli altri campionati…

Roberto Quartarone (da La Sicilia, p. 20)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.