Acireale fa suo il recupero contro Ragusa

Le due squadre non in condizioni ottimali… Anche il ’99 Massimino nelle rotazioni… La doppia A di Arcidiacono e Abramo produce lo strappo decisivo…

BASKET CAMPIONATO NAZIONALE SERIE C GIRONE I

BASKET ACIREALE           88

BASKET RAGUSA             81

Con una reazione più nervosa che altro il Basket Acireale fa suo il recupero della gara con Ragusa nel Campionato Nazionale di Serie C Girone I.Le due compagini si presentano sul parquet del Palacus della Cittadella Universitaria non al meglio delle condizioni dovendo fare i conti con i problemi ad una caviglia di Cusenza, di Arena appena rientrato dall’influenza, di Greco assente e con Arcidiacono anch’egli in condizioni non ottimali per i padroni di casa mentre gli ospiti ricompongono la coppia dei fratelli Sorrentino, uno che rientra da un turno di stop e l’altro da un infortunio.

L’inizio sorride ad Acireale che con Cusenza, 5 punti consecutivi, ed una tripla di Maric va sul 12 a 5 ma al sesto Ragusa è di nuovo sul pezzo, 14 a 12, ed anzi pareggia 14 a 14 su una palla persa dei locali.Patanè mette i liberi del 16 a 14 ma nell’ultimo minuto gli ospiti operano il sorpasso e chiudono il primo tempino sul 22 a 25.

Nel secondo quarto è ancora Ragusa a stare davanti grazie anche alle giocate di Iabichella sottocanestro, alla fine per lui 21 punti, e di Andrea Sorrentino che colpisce dalla lunga distanza.Acireale soffre in difesa ed in attacco va spesso fuori giri.31 a 33 al quinto. Foti ruota i suoi, attinge anche al ’99 Massimino che lo ripaga con due liberi ed una stoppata ma Ragusa accelera nuovamente sul 35 a 45 all’ottavo, per andare all’intervallo sul 39 a 47.

Nella terza frazione di gioco sono ancora gli iblei a tenere il pallino in mano allungando al terzo sul +11, 51 a 62.Acireale non ci sta, reagisce con una maggior cattiveria agonistica mettendo in difficoltà adesso gli avversari.Arcidiacono ed Abramo entrano in partita con Alberto Marzo che cerca di coordinare in campo le azioni del proprio quintetto. Acireale recupera diversi palloni e risale nel punteggio fino al 65 a 68 sul fil di sirena grazie ad un pallone sporcato da Abramo e recuperato da Arcidiacono che va a canestro.

Tutto da rifare, dunque, solo che l’inerzia della gara sembra cambiare direzione.Ragusa comincia ad accusare il carico dei falli mentre in attacco si affievoliscono le sue percentuali al tiro.Di contro Arcidiacono si costruisce sempre più spazio in area attaccando come si dice il ferro.Tutto ciò produce il sorpasso granata, 70 a 69, siglato da Marzo.Ancora Arcidiacono porta Acireale sul 73 a 70 ma una tripla di Girgenti rimette subito tutto in parità,73 a 73.Acireale stringe i denti in difesa e trova ancora nella doppia A, Arcidiacono ed Abramo, i punti che lanciano gli acesi a +6, 79 a 73, al sesto.

Da questo momento Ragusa non riesce più a ricucire lo strappo, anzi perde Iabichella per raggiunto limite di falli; le conclusioni da tre non vanno più a buon fine ed il tabellone vede prevalere la squadra granata per 88 a 81.Per Acireale a ben guardare si trovano 5 atleti in doppia cifra ed un totale di 43 rimbalzi messi a terra.Per Ragusa invece solo due in doppia cifra, 29 rimbalzi conquistati ed una percentuale al tiro dal perimetro del 39% contro il 51% acese.Acireale comunque a passo di corsa perché già Sabato 20 Dicembre alle ore 20,30 al Palacus di Catania lo attende un’altra giornata di campionato contro il team tirrenico del Milazzo.

Acireale:Marzo 16,Arena,Maric 13,Pulvirenti,Ferrara 12,Patanè 3,Arcidiacono 19,Cusenza 9,Massimino 2,Abramo 14.All.re:Foti.Assistente: Zagame.Tiri liberi:28 su 35.

Ragusa: Girgenti 5,Cascone 4,Boiardi 8,Cintolo 9,Cataldi 1, Scalone,Sorrentino An 16,Iabichella 21,Canzonieri 8,Sorrentino Ale 9.All.re:Di Gregorio.Assistente:Trovato.Tiri liberi: 22 su 28.Usciti 5 falli:Iabichella.

Parziali:         1° Q       2° Q         3° Q         4°Q

Acireale         22         17             26           23

Ragusa           25         22           21            13

Arbitri: Sciliberto di Messina e Gallo di Agrigento.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.