Come prosegue il cammino de L’Elefantino

Dalla festa di Natale ai progetti per il futuro… Vittorio: «Ci aspettiamo molto dall’Under-14»… L’Under-13 del San Filippo Neri e la filosofia dell’inclusione…

I minicestisti intervenuti alla festa di Natale dell'Elefantino (foto R. Quartarone)
I minicestisti intervenuti alla festa di Natale dell’Elefantino (foto R. Quartarone)

L’attività di base è la stella polare dell’attività dell’ASD L’Elefantino Catania. La società di Pippo Vittorio è giunta all’ottava stagione sportiva e prima di Natale ha organizzato una festa che ha coinvolto una quarantina di ragazzi del minibasket nati tra il 2003 e il 2008 e provenienti anche dai centri scolastici XXIV Maggio, Cannizzaro, Acicastello e San Giovanni Bosco. Il centro pulsante, da vent’anni, è la scuola media Cavour di Catania: è lì che si sono ritrovati tutti per festeggiare.

«L’Elefantino conta un centinaio d’iscritti – spiega il presidente, mentre l’onnipresente coach Rosario Sfragaro organizza le partite tra i minicestisti – e, oltre ai campionati minibasket, siamo al via ai campionati FIP Under-14, 17 e Prima Divisione; in più giocheremo anche un campionato PGS».

L’obiettivo è permettere a chiunque di praticare uno sport di squadra che stimola l’integrazione. «Lo spirito – prosegue Vittorio – è che tutti debbano giocare, in un modo nell’altro, perché l’inclusione nel mondo della pallacanestro è ciò che più mi preme. Si possono così anche mettere in secondo piano i risultati, anche se vincere riempie il cuore! In questo senso ci aspettiamo molto dall’Under-14». La formazione allenata da Caruso è al momento imbattuta, nel girone etneo, mentre quella in Prima Divisione ha vinto una partita su tre.

La formazione Under-14 dell'Elefantino
La formazione Under-14 dell’Elefantino

«La Prima Divisione – afferma Vittorio – è fatta da ragazzi cresciuti nella mia ex società, la Grifone, che oggi vogliono continuare a divertirsi. In più abbiamo instaurato un rapporto con la formazione del San Filippo Neri, allenata Fabio Laudani: dieci ragazze sono nostre tesserate per l’Under-13, così avranno l’opportunità di confrontarsi con le coetanee in un campionato federale».

In futuro si andrà avanti sulla stessa linea. «Continueremo l’attività alla Cavour – chiude il presidente – finora basato sulla fiducia e sulla stima reciproche. Il nostro è un progetto a lunga scadenza: tutti devono praticare questo sport, sia quelli portati che quelli meno portati, solo così può allargarsi la pubblicità del nostro sport».

Roberto Quartarone
da La Sicilia, p. 16

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*