L’Alfa è compatta: +20 al Mascalucia

Dieci minuti in equilibrio, poi prendono il largo i catanesi… Cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia… Buzzer beater di Gambino, espulso Johnson… La lotta per la vetta e la coda…

2015-036_alfamascalucia

johnson_vetrano_alf-mas_glazzara
Johnson contrastato da Vetrano (foto G. Lazzara)

Alfa-Mascalucia 88-68
Parziali:
23-21, 41-30 (18-9); 70-49 (29-19), 88-68 (18-19).
Leonardo da Vinci di Catania, 17 gennaio, 18:30

Polisportiva Alfa Catania: Valenti 10, Saccà © 13, Spadaro 1, Carbonaro 3, Catotti 6, Vetrano 18, Licciardello 12, Puglisi 11, Pennisi 2, Marchetta, Gambino 12, Alfrè. All.: Di Masi.
Mens Sana Mascalucia: Gulinello 17, Amato ne, Scerra © 15, Roccella 2, Zafarana, Battiato 2, Bonfiglio 5, Arcidiacono, Costanzo, Johnson 22, E. Pappalardo 2, G. Pappalardo 3. All.: Giorgianni.
Arbitri: Parisi e Moschitto. Udc: Delle Vergini e Russo.

Alla lunga, la differenza tra i marpioni dell’Alfa e gli sbarbatelli del Mascalucia doveva riflettersi sul punteggio: così, dopo 10’ di equilibrio, i catanesi di Di Masi prendono quel vantaggio che consente loro di vincere la decima partita di fila e continuare nella corsa verso gli spareggi al fianco del Basket School. La vittoria è propiziata da una prestazione di squadra nella quale cambiando gli addendi il risultato non cambia: tutti danno ottime risposte, compresi un paio di under in gran forma.

Pronti-via e già è 6-0 per l’Alfa. La squadra di Giorgianni, priva di Boschetti e Gissara, risponde a tono con Bonfiglio, ma Johnson si fa fischiare due falli in attacco. Saccà inizia uno show che si dispiega in vari assist al bacio, servendo a Licciardello il pallone dell’11-5. Scerra spezza il fiato e propizia la rimonta, con l’Alfa che scappa e la Mens Sana che la riprende sempre. Nei primi cinque minuti del secondo periodo, però, gli ospiti segnano la miseria di un libero e danno via libera a Gambino, Vetrano e Catotti. Tanti falli spezzano il gioco, Johnson ed E. Pappalardo riprendono il feeling con il canestro, ma il divario è già di 11 punti.

Licciardello marca Gulinello (foto G. Lazzara)
Licciardello marca Gulinello (foto G. Lazzara)

Dopo l’intervallo l’Alfa aumenta lo score e il quintetto corre a ritmi alti. Regala spettacolo la sfida tra Saccà e Gulinello (ingiuste e ingenerose le prese in giro dagli spalti per uno dei migliori in campo), il buzzer beater di Gambino fa da preludio al garbage time dell’ultimo periodo. Johnson si fa espellere per una reazione scomposta, e intanto i due coach mandano in campo tutti gli under. Si ergono il play catanese Puglisi, che segna 11 punti e gestisce bene i compagni, e il pivot mascalucese G. Pappalardo, che prende falli e segna nel finale.

Mentre in vetta Alfa e BS Messina fanno un campionato a parte, in coda Mascalucia è invischiata con Zafferana, Castanea e Palagonia a quota quattro: a tre giornate dalla fine per la Mens Sana diventano fondamentali le partite in trasferta contro Castanea e Palagonia.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

La photogallery di Giuseppe Lazzara su Facebook

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*