Il sabato controverso del PalaJungo

Il contatto deliberato tra Contaldo e D’Urso [VIDEO]… Borzì: «Dispiace che un giocatore che non ha rivali si lasci andare a gesti così»… Le parole di coach Maganza e la replica del presidente Spada…

2015-046_contaldodurso

È stato un sabato difficile sui campi di Serie C2 e Serie D. A Giarre è avvenuto l’episodio più eclatante. Poco aveva da dire il confronto sul campo: Spadafora vinceva come sempre, Giarre difendeva e non intendeva concedere un punto più del necessario.

«A risultato già acquisito – puntualizza il coach giarrese Pippo Borzìil play Simone D’Urso difende sul loro play e scansa il blocco portato da Carlo Contaldo. Quest’ultimo alza il gomito e colpisce alla testa il mio giocatore che stramazza a terra. È stato un gesto intenzionale e da espulsione che però è stato sanzionato solo con un antisportivo dopo le veementi proteste del pubblico, che è sempre molto corretto. Dispiace molto che un giocatore che ha importanti trascorsi in serie superiori si lasci andare a gesti così gravi e gratuiti in un campionato in cui non ha alcun rivale».

«Il mio giocatore ha commesso fallo – ammette Luigi Maganza, coach spadaforese – ma è stata una reazione dopo una gomitata allo stomaco. Giarre l’ha messa sull’intimidazione fisica, gli arbitri Lorefice e Modica non erano all’altezza e inoltre la partita doveva essere sospesa per l’invasione di campo di diverse persone».

Roberto Quartarone
da La Sicilia, p. 18


Il video che riproponiamo, inviato dal Basket Giarre, mostra in pochi secondi l’episodio che ha suscitato forti reazioni a Giarre, ma nessuna sanzione dal giudice sportivo, se non 390 € di multa per la società jonica. Anche le parole del coach spadaforese hanno suscitato la reazione del presidente gialloblù Giovanni Spada.

«Certi episodi – afferma il massimo dirigente – vanno condannati a prescindere, perché niente hanno a che vedere con lo sport. Dal video è anche chiaro che l’arbitro era lì e ha visto tutto, così come tutti gli spettatori al PalaJungo: è stato un gesto deliberato, inspiegabile vista la classe e il passato indiscussi del giocatore spadaforese. Siamo stati multati, ma il pubblico di Giarre è sempre stato corretto, ancor più visto che dopo il gesto il giocatore ha manenuto un atteggiamento provocatorio. Tengo a sottolineare che i nostri valori sono ben altri: non giustificheremmo mai un atteggiamento di questo tipo e se avessi visto un fallo precedente del mio giocatore avrei preso provvedimenti contro il suo comportamento». (rq)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*