«Grinta, orgoglio e determinazione»
Come il Gravina ha raggiunto la C unica

Tutti al “Gravina Garden”… Le magliette dedicate alla promozione… La partita-passerella per tutti… Le parole del presidente De Fino…

2015-066_gravinamarsala

Gravina-Marsala 86-53
Parziali:
26-16, 50-33 (24-17); 66-50 (16-17), 86-53 (20-3).
Palazzetto di Gravina, 29 marzo, 18:00

Sport Club Gravina: R. La Mantia 2, Minardi 4, G. La Mantia © 5, Nicolosi 2, Verzì 2, Crisafi 9, Paglia 2, S. Spina 16, Duscio 11, Burgio 3, Genovesi 11, Consoli 19. All.: Guadalupi. Vice: G. Spina.
Nuova Pallacanestro Marsala: Di Battista, Montalbano, Tarantino 3, Gangarossa 13, Frisella © 17, Maggio 10, Sutera, Catalano 2, Colicchia 2, Marino 4, Cucchiara 2. All.: Cardillo.
Arbitri: Lorefice e Melizia. Udc: Parisi e Calcagno.

Riccardo Duscio, il topscorer tra i giovani gravinesi (foto G. Lazzara)
Riccardo Duscio, il topscorer tra i giovani gravinesi (foto G. Lazzara)

Entri nella palestra comunale di Gravina e la trovi splendidamente addobbata di palloncini bianchi e rossi; sotto la tribuna, proprio al centro, uno striscione recita: “Grinta, Orgoglio e Determinazione”.
Su una parete giganteggiano le maglie ritirate di due vecchie bandiere come Davide Cavazza e Gigi Angirello che in una fredda domenica del 2013 incitarono i più giovani a custodire i principi basilari dello Sport Club: “Grinta, Orgoglio e Determinazione”.
Sembra di essere al Gravina Garden (con tutto il rispetto per il famoso Garden, impianto bostoniano dove i Celtics hanno fatto sognare generazioni di appassionati), con tanto di presentazione delle squadre e stacchetto musicale in perfetto stile NBA.

A tre quarti d’ora dall’inizio della partita la dirigenza di casa è in fermento, la squadra inizia il riscaldamento con la solita concentrazione, l’attesa è palpabile mentre la tribuna comincia a riempiersi.

C’è una gara da giocare ma è considerata quasi una fastidiosa pratica da sbrigare prima della grande festa.

Marsala è squadra modesta, ci prova a far sudare i ragazzi di Guadalupi e con un paio di interessanti individualità riesce a rimanere in partita per un quarto.

La panchina di casa dà ampio spazio ai dodici giocatori iscritti a referto (alla fine segneranno tutti), poi Gravina comincia a correre mettendo fra se e gli avversari 33 punti (86-53 il punteggio finale).

Natale De Fino parla con Mangano durante la partita (foto G. Lazzara)
Natale De Fino parla con Mangano durante la partita (foto G. Lazzara)

A una manciata di minuti dalla fine, ogni giocatore che esce dal campo comincia ad indossare la maglietta della promozione; sul petto la scritta “C siamo”, sulle spalle “Chi C vede si innamora”.
Al fischio finale, corsa sotto la tribuna a raccogliere l’affettuoso saluto del pubblico.
Lo Sport Club è in C alla fine di una stagione esaltante ma senza che il salto di categoria fosse stato annunciato quale obiettivo primario.

Questa è una squadra giovane ma di qualità, di temperamento e -azzardiamo- anche di grande maturità, che è riuscita a venir fuori da situazioni intricate giocando una buona pallacanestro, che ha saputo sopperire per quasi un mese all’assenza di un uomo determinante come Gianluca Barbera ed ha raggiunto un risultato esaltante con una misurata soddisfazione, come si confà ad un gruppo abituato ad altri palcoscenici.
La promozione dello Sport Club passa anche, è bene non dimenticarlo, per un collaudato gruppo dirigenziale ottimamente coordinato che non lascia nulla al caso e fa trapelare un’invidiabile organizzazione societaria.

Le sensazioni generate da questa promozione si esplicano nel messaggio che il Presidente Natale De Fino aveva trasmesso a tutto lo staff nell’immediatezza della partita decisiva: «Colgo questo momento per ricordarvi che il lavoro duro per tutti voi non è finito e che oggi dovrà essere un’occasione di incontro per le persone che amano la pallacanestro, lo sport, la vita, che si rispettano nella loro passione e soprattutto che stanno bene assieme. Vi voglio bene”. E la favola continua…..

Enrico Maugeri

1 Commento

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.