Trofeo delle Regioni, anche i maschi sono 12i

Bocchino: «Esperienza positiva, ma siamo molto indietro e occorre l’aiuto dei club»… Terrasi: «Abbiamo dimostrato di poter competere, malgrado le lacune»…

Al rientro della selezione siciliana dal TDR 2015 maschile, si fa il punto della prestazione del gruppo coordinato dall’RTT Antonio Bocchino. “Considero l’esperienza positiva sotto diversi gli aspetti – ha spiegato Bocchino – e non posso che essere contento per l’atteggiamento dimostrato dai ragazzi nel corso dell’intero torneo. Al di là dell’impegno e dell’entusiasmo, i risultati dimostrano che tecnicamente siamo molto indietro. Come fare passi avanti in questo? Sicuramente occorrono le sapienti mani dei club siciliani che lavorano quotidianamente coi cestisti. Tanto lavoro quindi, non conosco altra strada”.

Il consigliere Giuseppe Terrasi, responsabile per l’attività regionale, affronta l’analisi seguendo due livelli diversi di ragionamento: “Dal punto di vista del comportamento del gruppo, siamo certamente soddisfatti. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico e fisico, è chiaro che con le regioni più forti e protagoniste della finale, ovvero Lombardia ed Emilia, il confronto è stato difficile, anche per l’approccio di mentalità alla gara. Con le squadre di livello simile al nostro, paragonabili anche per l’ampiezza del movimento cestistico regionale di riferimento, abbiamo dimostrato di potere competere, sebbene le lacune tecniche e l’abitudine ad un piano di allenamenti di intensità si siano viste. La speranza è che alla luce di questa esperienza i nostri ragazzi siano da ‘messaggeri’ all’interno delle rispettive società, in modo da contribuire alla crescita generale del livello cestistico siciliano. È chiaro – ha concluso Terrasi – che occorre un approccio al lavoro quotidiano diverso”.

Il consigliere regionale, in conclusione, ha ringraziato la Caronte & Tourist che, sotto forma di sponsorizzazione all’iniziativa, ha concesso il passaggio andata e ritorno tra Messina e Villa San Giovanni alle due delegazioni siciliane.

Ufficio stampa Fip Sicilia

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.