Gravina respira ancora, Milazzo trafitto

La seconda vittoria di fila… La classe serba… Tornano a girare gli esterni… Milazzo poca cosa, in attesa dei test probanti…

2016-015_GravinaMilazzo

Gravina-Milazzo 90-74
Parziali:
 23-14, 51-32 (28-18); 68-49 (17-17), 90-74 (22-25).
Palazzetto di Gravina, 29 novembre, 19:00

Sport Club Gravina: G. La Mantia 2, Sortino 12, Barbera © 14, Crisafi ne, Paglia, S. Spina 13, Ilić 22, Asero 6, Genovesi ne, Livera 5, Consoli 16. All.: Marchesano. Vice: G. Spina.
Il Minibasket Milazzo: C. Giorgianni ne, Spanò 6, Trio, Vecchiet 14, Layne 9, Scilipoti 6, F. Giorgianni © ne, A. La Spada ne, Italiano 3, Amato ne, Mori 23, Koprivica 13. All.: Interdonato.
Arbitri: Cappello e Panno. Udc: Cosentino e Ursino.

Marco Consoli (foto G. Lazzara)
Marco Consoli (foto G. Lazzara)

I segni di ripresa dello Sport Club Gravina sono ora evidenti. Non era così scontato battere Il Minibasket Milazzo, squadra ultima in classifica ma con un nucleo locale interessante, due italiani di lungo corso (Vecchiet e Mori) e due stranieri (Koprivica e Layne). E invece niente, a metà gara il solco è già scavato dai punti di Spina e Ilić, che dispensa la sua classe serba al pubblico gravinese.

Nel resto della gara gli esterni si fanno perdonare le amnesie contro Giarre: Barbera, Sortino e Consoli tornano ai livelli consueti, non facendo sentire l’assenza sotto l’anello di Verzì, alle prese con la rottura del tendine di un dito (oggi si opera, tempi di recupero da valutare).

Milazzo si rivela dunque ben poca cosa, con Tonino Interdonato che affida tutto a Mori che, da solo, non può far altro che tentare un vano recupero nell’ultimo quarto, peraltro spento dai ragazzi di Peppe Marchesano. Ancora la zona retrocessione è lì, ma fa meno paura.

R.B.C.

La photogallery di Giuseppe Lazzara

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*