Rainbow ancora vincente ma con difficoltà

Eric, grandi capacità fisiche e strategiche… Ad Maiora giovane e grintosa… Gandolfo: «Ci hanno disorientate ma ci siamo imposte»… Capici: «Dallo spavento al recupero»…

2016-017_RainbowAdMaiora

Rainbow–Ad Maiora 65–45
Parziali: 17–11, 30–28 (13-17); 47–30 (17-2), 65-45 (18-15).
PalaArcidiacono di Catania, 5 dicembre, 18:00

Rainbow Catania: Parrinello, Magrì ne, Ferlito © 7, Gandolfo, Capici 2, Bruni 4, Chiarella 9, Villarruel 20, La Manna 8, Quadarella 2, Eric 9, Cocina 4. All.: Di Piazza. Vice: Greco.
Ad Maiora Ragusa: Vitale, Battaglia © 12, C. Guastella 3, Fazio 2, Mazza 14, Sammartino 2, Ragusa 5, Barone 2, Dimartino ne, Massari 4, Caruso, V. Guastella 1. All.: Leggio.
Arbitri: Parisi, Matarazzo. Udc: Cosentino e Viola.

Giuliana La Manna e Marija Eric a metà campo (foto R. Quartarone)
Giuliana La Manna e Marija Eric a metà campo (foto R. Quartarone)

La Rainbow vince la sesta partita consecutiva, ma non convince contro le arrembanti iblee di coach Leggio. L’Ad Maiora difende alla morte, è precisa al tiro e per 20′ tiene sotto scacco le etnee. Poi gli elementi più esperti cambiano passo e le etnee si prendono i due punti.

Si inizia con la difesa a uomo dell’Ad Maiora che non lascia un millimetro, occupa l’area e le catanesi non si avvicinano. Anzi La Manna subisce la stoppata da Barone che, sull’azione successiva segna da sotto (0-3). A togliere dagli impicci le rossazzurre ci pensano Eric, una molla in difesa, e Villarruel, che vede bene il canestro (5-3). Ragusa lotta, ma la Rainbow trova la precisione dalla media e lunga distanza con Quadarella e Chiarella (14-7). Eric si innervosisce e conta già due falli dopo 10′.

Il dispendioso pressing chiamato da Leggio sortisce i suoi effetti: fallo subito da Sammartino e palla rubata dall’Ad Maiora, poi ecco Battaglia e la partita si riapre (18-17). La Rainbow non ragiona e subisce anche le triple di Arianna Ragusa (18-20), Paola Massari (20-23) e Bruna Battaglia (24-26). Le arancionere non demordono nonostante il numero dei falli aumenti, ma Marzia Ferlito dà una scossa (2+1 per il 30-26).

Mazza attacca, Quadarella difende (foto R. Quartarone)
Mazza attacca, Quadarella difende (foto R. Quartarone)

Il terzo periodo inizia con percentuali al tiro imbarazzanti, però la Rainbow domina al rimbalzo e sistema la difesa. Quasi otto minuti senza segnare costano cari alle ragusane, vittime dell’ubiquità di Marija Eric, autrice tra l’altro di uno spettacolare recupero, e del risveglio di Giuliana La Manna (45-28). Il solco scavato rende un’eventuale rimonta un’utopia.

L’and one di Battaglia ricorda che nulla è deciso (47-33), ma sono La Manna e Bruni a dare un altro strappo letale (53-35). Esordisce l’under-16 Flavia Parrinello, il gioco si spezzetta per i falli ma la partita è decisa, a nulla vale la tripla di Mazza.

Roberto Quartarone
da La Sicilia

Catania, 6 dicembre 2015 – La Rainbow si scontra con un’Ad Maiora giovane, ma grintosa. Un punteggio altalenante e nella prima parte della gara sfavorevole, ma la Rainbow Catania esce fuori alla grande e si aggiudica la vittoria al PalArcidiacono con il punteggio finale di 65 – 45.

Una sfida carica di emozione e tensione, in cui la Rainbow sfodera il talento e dimostra di meritare la sua sesta vittoria consecutiva. Protagoniste indiscusse sul parquet, le giovanissime, che insieme alle senior, affinano di partita in partita le capacità di gioco.

Parrinello, all'esordio, e Cocina (foto R. Quartarone)
Parrinello, all’esordio, e Cocina (foto R. Quartarone)

Subito dopo la palla a due, l’Ad Maiora si mostra pressante, marcando strettamente le avversarie e segnando i primi 3 punti. Ma ci pensa Villarruel a mettere a segno il primo di una lunga serie di canestri, seguita poi da Eric, che dimostra per tutta la partita grandissime capacità fisiche e strategiche. Ha tenuto alto il ritmo, suo un fantastico tiro da 3. Il primo parziale si conclude 17 – 11.

Dopo pochi minuti dall’inizio del secondo parziale, l’Ad Maiora motivata e agguerrita, si porta in vantaggio mantenendo un sottile distacco dalla Rainbow, che prepotentemente passa all’attacco riuscendo a mettersi in pari con il punteggio, per poi rimontare grazie a un canestro di Eric, concludendo il secondo parziale 30 – 28.

La fatica inizia a farsi sentire e la Rainbow risente della mancanza di Parisi in difesa, rimasta in panchina per un infortunio. Ma le ragazze non si arrendono, e in particolare Villarruel domina in campo mettendo a segno dei punti decisivi, che portano la Rainbow nettamente in vantaggio. Il terzo quarto si conclude con un punteggio di 47 – 30.

Gli ultimi minuti di gioco sono vissuti intensamente dalle ragazze della Rainbow, che si battono fino alla fine. Ottima prova di Chiarella e delle giovani Gandolfo, Capici, Cocina nell’esordio in campionato, che mostrano di mantenere la concentrazione dal primo al quarto parziale. Il punteggio finale è di 65 – 45.

Grande entusiasmo per le ragazze del presidente Fabio Ferlito e per coach Di Piazza, che sentono di aver portato in gara audacia e sangue freddo. «Ci siamo trovati davanti un’Ad Maiora a tratti aggressiva – afferma la play Lucrezia Gandolfo – hanno provato a sopraffarci e a disorientarci, ma noi siamo riuscite ad imporci portando a casa una meritata vittoria».

Sulla gara interviene anche Jasmine Capici, ala della Rainbow. «E’ cambiato il nostro approccio, e preso più confidenza con la partita capendo che era alla nostra portata. Siamo entrate un po’ spaventate, poi abbiamo dato il massimo e siamo riuscite a recuperare la partita».

Comunicato stampa Rainbow Catania

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.