Il derby delle Aci è dei bonaccorsesi

Inizio di marca granata, poi si mostrano esperienza e prestanza fisica… Patanè vs Mazzerbo: 20-26… Catalano e Prudente escono alla distanza…

2016-023_AcirealeAciBonaccorsi

Acireale-Aci Bonaccorsi 58-76
Parziali:
25-19, 37-40 (12-21), 45-55 (8-15), 58-76 (13-21).
Leonardo da Vinci di Catania, 13 dicembre, 18:00

Pol. Basket Acireale: Khomyn 5, Vasta, Cerame, Gulisano 10, Ricca 4, Sapuppo 7, Patanè © 20, Lorefice, Bonforte 2, Venticinque, Panebianco 10. All.: Foti. Vice: Zagame.
Pallacanestro Aci Bonaccorsi: Minardi 7, Vigo, Prudente 14, Fraticelli 9, Gissara 2, Mazzerbo © 26, Catalano 12, Casella, Cacciato 6, Leotta, Licciardello, Corbo. All.: Formica.
Arbitri: Buscema e Matarazzo. Udc: Emanuele, Salomone e Mostile.

Vittorio Mazzerbo (foto R. Quartarone)
Vittorio Mazzerbo (foto R. Quartarone)

L’esperienza e la prestanza fisica di Aci Bonaccorsi si mostrano tutte nella seconda metà della gara e per i giovani acesi c’è poco da fare. Eppure, nei primi venti minuti sono stati i granata di Peppe Foti a far la partita e i neri di Ciccio Formica a dover inseguire e rintuzzare ogni iniziativa.

Le marcature Patanè-Mazzerbo (entrambi capitani e sul podio dei migliori cecchini del girone) e Panebianco-Catalano fanno scintille in avvio, con il capitano acese più pericoloso del bonaccorsese (con tanto di tripla in faccia, 13-15). Il gap fisico non si vede, lo dimostra il minuto Gulisano che con sei punti di fila contribuisce al break di 15-4 a fine primo periodo. Raggiunto il +6, però, Mazzerbo e Fraticelli spezzano il fiato e Catalano illumina i compagni: con un mortifero 2-17 a cavallo dell’intervallo si ribalta la situazione (37-48).

Gulisano smuove gli animi, ma la sua uscita per infortunio spegne i compagni, con Patanè e Panebianco che calano e Khomyn e Ricca inconcludenti sotto canestro. Quando anche Prudente torna ai suoi alti standard di rendimento, la partita si chiude.

Roberto Quartarone
da La Sicilia 

1 Commento

  1. Eccellente scatto! Veramente eccellente.
    Bravo, il tempismo è stato perfetto, bella intuizione!
    Io non riuscirei.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*