L’Alfa è campionessa d’inverno
Anche Tremestieri è superato

Partita frenetica… Due momenti in cui il Progetto Basket compete alla pari… Gottini dispensa classe, Vetrano cattura falli… Crisafi, M. Marino e Cuccia svegliano gli “Skoppy”…

2016-026_TremestieriAlfa

Tremestieri-Alfa 62-75
Parziali:
12-15, 27-40 (13-25); 47-59 (20-19), 62-75 (15-16).
PalaCus di Catania, 17 dicembre, 19:45

Progetto Basket Tremestieri: Genovesi 9, Failla 5, Fichera 4, Mandarà, Cuccia 18, M. Marino 9, D. Famoso © 2, Lazzara 1, Boschi, Leonardi, Crisafi 12, G. Gullotti 2. All.: C. Gullotti.
Polisportiva Alfa Catania: A. Pennisi 3, Catotti ne, Gottini 24, Saccà ©, F. Marino 4, Famà 9, Vetrano 17, Licciardello 11, G. Puglisi, M. Pennisi 7. All.: Di Masi. Vice: Taormina.
Arbitri: F. Puglisi e Moschitto. Udc: G. Famoso, Quartarone e Cosentino.

Matteo Gottini, protagonista assoluto (foto G. Lazzara)
Matteo Gottini, protagonista assoluto (foto G. Lazzara)

L’Alfa si issa da sola in vetta ed è campione d’inverno del gruppo orientale di Serie D, vincendo lo scontro al vertice contro Tremestieri. Gli “Skoppy” sarebbero secondi se non fosse per la penalizzazione, ma solo in due momenti distinti della gara competono alla pari contro gli avversari, che per il resto si dimostrano superiori perché capaci di spegnere ogni tentativo di rimonta.

Bastano i primi minuti per capire che sarà una gara frenetica, giocata a ritmi alti ma puntando più a cercare il canestro a tutti i costi che a costruire ragionando. È Matteo Gottini che dispensa classe: due triple e un tiro da due nei primi minuti sconcertano coach Carmelo Gullotti (2-10). Dalla panchina si alzano Raphael Crisafi e Marco Marino: sono loro, insieme a Eugenio Cuccia, che ricordano ai padroni di casa di dover riflettere e non aver timore reverenziale (10-13).

Crisafi taglia fuori Vetrano (foto G. Lazzara)
Crisafi taglia fuori Vetrano (foto G. Lazzara)

Non è impresa facile, però, competere contro i rapidi e decisi Matteo Licciardello e Marco Pennisi, mentre dall’arco continua a colpire Gottini sostenuto da Ciccio Marino (16-24). Lollo Vetrano cattura falli, Enrico Famà si sbatte e non basta la tripla di Alberto Genovesi ai padroni di casa (23-37).

Con un divario del genere, l’Alfa si diverte e gioca con leggerezza. Dopo l’intervallo lungo, si comincia con tre bombe infilate in retina da Gottini, Famà e M. Pennisi (33-52). Sembra che la gara sia chiusa, ma ecco il secondo momento di riscossa dei bianchi: è ancora il trio play-ala piccola-pivot di cui sopra che cerca di risollevare le sorti e al gioco da tre punti completato da Cuccia (45-52) il time out chiamato da Davide Di Masi è d’obbligo.

Si cambia marcia di nuovo: Gottini torna a essere indispensabile in difesa e attacco, Licciardello e Vetrano sono implacabili da sotto canestro (53-70). Nel finale si accende il nervosismo per due falli di Saccà e Famà, a partita ormai chiusa, ma senza conseguenze se non qualche polemica.

Il girone d’andata dei tremestieresi si concluderà con la difficile trasferta di Priolo, mentre gli alfisti aspettano in casa l’Invicta per il testacoda del girone.

La photogallery di Giuseppe Lazzara su Facebook

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*