PalaBattiati, via alla messa in sicurezza

Il sindaco Galati: «Approvato il finanziamento, la sicurezza riguarderà i nostri figli»… Si potrà tornare a ospitare fino a 700 persone per gli eventi…

2016-032_PalaBattiati

Il sindaco Galati premiato dal presidente Papa (foto R. Quartarone)
Il sindaco Galati premiato dal presidente Papa (foto R. Quartarone)

Alla festa per il ventennale dell’Olimpia Battiatila notizia più applaudita è stata quella dell’approvazione dei finanziamenti per la ristrutturazione del PalaBattiati. L’annuncio del sindaco Carmelo Galati riguarda la messa in sicurezza dell’impianto e riguarda i lavori del prossimo anno, con la speranza di poter riaprire alla massima capienza (700 spettatori) per i grandi eventi.

«Proprio oggi – ci spiega il sindaco – abbiamo ricevuto l’ok al finanziamento dalla Cassa depositi e prestiti. Lo abbiamo richiesto per tutte le strutture scolastiche e sportive del Comune. Le messe in sicurezza riguardano i dispositivi di sicurezza per le uscite, tutto ciò che riguarda le prese di corrente che devono essere a norma: è importante per salvaguardare i nostri figli».

La notizia della ristrutturazione richiama alla mente i problemi del soffitto del palazzetto, in cui spesso è piovuto in passato e su cui già si è intervenuto. «Per ciò che riguarda il tetto – prosegue – abbiamo preparato una rete esterna per convogliare l’acqua, ma purtroppo c’è un difetto di progettazione che non può essere sistemato».

Il sindaco chiude con tre punti chiave: «Abbiamo fatto i progetti noi, grazie all’ufficio tecnico, vincendo tutti i bandi e ci siamo autofinanziati, perché pagheremo i lavori per i prossimi 10 anni. Comunque se non fosse stato per Carmelo Viola avremmo dovuto chiudere il PalaBattiati e lo avrebbero vandalizzato in cinque minuti. Con queste migliorie, potremo aprirlo per 700 persone e non a metà come ora».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.