«

»

Gebbia: «TdR, sforzi che si proiettano verso il futuro»

Il referente tecnico territoriale spiega la medaglia d’argento della selezione regionale e parla dell’attività di quest’anno e dei prossimi passi…
Medaglia d’argento al Trofeo delle Regioni di Bologna, nove atlete nel giro delle tre nazionali giovanili. Numeri che supportano l’azione del Ctf coordinato dall’Rtt Giovanni Gebbia. “Se si lavora in maniera adeguata, con una giusta programmazione, con sinergia e collaborazione, i risultati arrivano. Devono essere per noi un nuovo punto di partenza, per un lavoro che eredita gli sforzi fatti dal movimento cestistico siciliano negli anni precedenti e che si proietta rapidamente verso la prossima stagione”, ha dichiarato Gebbia, chiamato come assistente allenatore in occasione del Raduno di Perfezionamento di Selezione e Sviluppo della Selezione U14 e U15/F, in programma a Mosciano Sant’Angelo (TE) dal 4 al 6 aprile 2016.

Una stagione, quella in corso, caratterizzata da vari ed importanti momenti formativi e di crescita sia delle atlete che del settore tecnico siciliano. “Dallo scorso ottobre abbiamo dato vita ad una serie di incontri significativi e di alto profilo – ha sottolineato Gebbia – i tanti raduni rivolti alle atlete delle annate 2001-2002-2003, le diverse amichevoli che hanno cementificato il gruppo in partenza al Trofeo delle Regioni, il Triangolare di dicembre svoltosi a Ragusa con la partecipazione della Nazionale giovanile maltese, ma anche la partecipazione al Memorial Fabbri di Rimini che ha dato modo alle 2002-2003 di confrontarsi con le diverse realtà nazionali già ad inizio del 2016. Tutte iniziative che il Comitato regionale ha promosso con grandi sforzi, confermandosi sempre sensibile alle nostre richieste. Momenti di crescita rivolti anche ai tecnici ed alle società siciliane, ad esempio il clinic regionale con la mental coach Aysim Altay che da anni opera con la Fiba ad altissimi livelli, seguita dall’incontro col Tecnico Federale Antonio Bocchino”.

Tornando a parlare del Trofeo delle Regioni di Bologna, Gebbia spiega: “Il nostro obiettivo era entrare tra le prime otto. Risultato già di crescita per la realtà femminile siciliana. Il girone è stato indicativo per sottolineare le grandi potenzialità della selezione siciliana. Abbiamo battuto le Marche, nostro tallone d’Achille, ci siamo classificate prime, pronte per lo spareggio con la Liguria per l’accesso alle prime otto. Raggiunto il primo obiettivo, il Torneo è andato avanti grazie a prestazioni di grande livello fino alla finale che ci ha visto testa a testa con la corazzata Lombardia. Diverse le cose che rimarranno di questa esperienza. Ovviamente i risultati ottenuti, ma anche la qualità di gioco che siamo riusciti ad esprimere, per la quale sono arrivati molti complimenti ed attestazioni di stima. Diverse atlete siciliane si sono piazzate tra le prime cinque di ogni statistica, anche questo è da sottolineare. Come si è arrivati a tutto questo? Tra i diversi fattori, oltre quelli già citati, non posso non sottolineare l’affiatamento dello staff tecnico, e quindi tra me, le coach D’Anna e Buzzanca, il preparatore fisico Giustino. Abbiamo lavorato con impegno e passione e questo si è visto. Poi, come detto, il costante supporto del Comitato regionale, grazie all’impegno del dirigente Aleo e la disponibilità del presidente Rescifina. Ed ancora, non meno importante, la collaborazione delle famiglie delle atlete, nonché delle società di appartenenza”.

Quest’ultimo punto tra gli aspetti sul quale continuare a lavorare, secondo l’Rtt Gebbia: “La collaborazione tecnica con le società è fondamentale per migliorarsi. Quest’anno gran parte dei coach e dei dirigenti hanno partecipato ai raduni e si sono resi disponibili a confrontarsi con me che ho la responsabilità tecnica del progetto. Il Ctf ha senso infatti se si riesce a lavorare in sinergia coi club d’appartenenza delle atlete, perché ovviamente le attività svolte nei raduni mensili che riusciamo ad organizzare necessitano di ulteriore sviluppo”. Un lavoro che certamente non si esaurisce al rientro dal Trofeo di Bologna. “Abbiamo già in programma un nuovo raduno regionale – ha concluso Gebbia – rivolto alle 2002 e alle 2003, il prossimo 17 aprile a Piazza Armerina in concomitanza col secondo Pink Day Minibasket 2016”.

Ufficio stampa Fip Sicilia

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>