«

»

U-16, Gad Etna costringe al pari Barcellona

Passano gli ospiti in virtù del +14 dell’andata… Caruso-Cantarella vs Spanò sotto canestro… Il topscorer Baldelli e Arcidiacono dettano i tempi… L’anomalia regolamentare…

Gad Etna-Barcellona 40-40
Parziali:
 8-10, 21-16 (13-6); 28-29 (7-13), 40-40 (12-11).
PalaCus di Catania, 6 aprile, 18:15

Gad Etna Catania: La Rosa 2, Monastra 11, Arcidiacono 1, Padella 3, Caruso © 3, Quattrocchi 2, Santangeli ne, Vitalone ne, Squillaci ne, Baldelli 14, Matranga ne, Cantarella 4. All.: Balbo.
Basket Barcellona: Rao Genovese 4, Spanò 14, Santanocita, Messina, Saija 4, Scardino Maio 4, Patanè, Scafidi © 10, De Paoli 4, Munafò. All.: Coppolino. Vice: Scardì.
Arbitri: Caci e Moschitto. Udc: Viola e Famoso.

A distanza di due giorni dalla partita di andata sul parquet del PalaAlberti, vinta con uno scarto di 14 punti dai padroni di casa,  Gad Etna e Barcellona si ritrovano a campi invertiti. Presenti sugli spalti molti ragazzi del Cus delle altre categorie (in particolari del Cubs 2001 recenti vincitori del Torneo Internazionale “ Ciao Rudy” in quel di Pesaro), ma anche dei senior di serie C, di coach Guadalupi, a dimostrazione del grande spirito di squadra che unisce la famiglia del Cus Catania.

Il primo quarto si chiude 10-8 a favore degli ospiti, ma vede due squadre molto contratte, con difese aggressive e molti errori nel tiro. Si rivede la sfida sotto le plance tra Caruso e Cantarella da una parte e Spanò dall’altra, e quest’ultimo dimostra tutta la sua tecnica  (14 p.  top scorer per la sua squadra) I rimbalzi tuttavia rimangono ad appannaggio dei catanesi per buona parte dell’incontro.

Il secondo quarto segna il riscatto dei catanesi, Baldelli e Arcidiacono (1 p.)  dettano i tempi, cercando più volte 1c1 sotto le plance tra Caruso e Spanò. Ma ad aprire le marcature è  Cantarella (4 p.) e successivamente Baldelli (14 p. top scorer catanese), con penetrazione e tripla. Il secondo quarto si chiude con un parziale di 13-6  a favore dei ragazzi di coach Balbo, che ribaltano il risultato chiudendo il primo tempo con uno scarto di cinque punti (21-16).

Gli ospiti escono dallo spogliatoio più aggressivi, e malgrado la scarsa precisione dalla lunga distanza (solo una tripla oggi per i messinesi, contro le 10 della partita di andata),  riescono con Spanò (8 punti solo in questo quarto), ad allungare e a riportarsi in vantaggio 29-28.  Ai gaddini non basta la grinta di La Rosa (2 punti)  la vivacità di Padella (3 punti) e l’atletismo di Quattrocchi (2 p.).

L’ultimo quarto  sembra far prevalere la panchina lunga dei messinesi che a 3 minuti dalla fine si portano sul +5, ma i catanesi riescono a ritrovare le ultime energie con un aggressivo Monastra (11 p.) ed uno stanchissimo Baldelli, servito a 5 secondi dalla fine da una palla strappata da capitan Caruso, che riesce a pareggiare i conti sul 40-40. Passano i messinesi forti del +14 dell’andata.

L’anomalia regolamentare (di partite svolte in orari e giorni diversi) lega la sorte del passaggio del turno della squadra catanese (come migliore perdente), al risultato della partita di ritorno tra Aretusa e Gela (andata 55-53), che si svolgerà venerdì sul campo del Gela. L’altro quarto di finale tra Trapani e Milazzo ha visto prevalere i trapanesi in entrambe le partite.

Comunicato Gad Etna

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>