L’Humana fa il vuoto alle spalle vincendo ad Augusta

Otto punti di vantaggio sulle inseguitrici… San Luigi scappa a cavallo dell’intervallo lungo… I punti di Torrisi e Garozzo per il primo allungo… Signorelli straordinario…

Augusta-San Luigi 48-67
Parziali: 14-17, 22-32 (8-15); 32-52 (10-20), 48-67 (16-15).
Centro Sportivo Brucoli di Augusta, 10 aprile, 18:30

Virtus Augusta: Cannavà, Vasta, Castaldi 11, Trigilio 11, Molica 4, Brozzu © 2, Marini 2, Conselmo 6, Tringali 12.  All.: Valora, Vice: Catanzaro.
Humana San Luigi Acireale: Marino, Rizzo 6, Pistarà 2, Privitera 6, Torrisi 14, Palma ne, Re ©, Garozzo 17, Raciti 1, Signorelli 15, Maugeri 6.  All.: Corallo.
Arbitri: Centorrino e Pellegrino.

L’Humana San Luigi continua a vincere. Dopo aver ottenuto nella gara interna contro lo Scordia il primo posto matematico nel girone, i ragazzi di coach Corallo tornano con un’altra vittoria dalla penultima trasferta della stagione regolare ad Augusta, battendo i locali per 48-67.

I sanluigini, privi di Rapisarda e dei lunghi Spada e Antronaco, oltre che di Palma in panchina solo per onor di firma, ‘scappano’ a cavallo tra il secondo ed il terzo periodo, amministrando con saggezza il match e portandosi ad un certo punto anche oltre i 25 punti di vantaggio.

Nel primo periodo i locali, spinti dal play Trigilio, restano a contatto con gli acesi che, con i punti degli esterni Torrisi e Garozzo, testano un primo tentativo di fuga senza grande successo, poiché gli augustani rispondono colpo su colpo. Nel secondo quarto coach Corallo dà il via alle rotazioni: Privitera scuote i compagni in difesa, Rizzo approfitta dei buchi nella zona avversaria, Maugeri si fa spazio sotto canestro, mentre i locali vengono tenuti a galla dai canestri di Tringali e Conselmo, anche se ciò non basta per evitare uno svantaggio in doppia cifra (22-32 il parziale a fine primo tempo).

Al rientro dall’intervallo gli ospiti sembrano ancora più determinati, grazie soprattutto ad uno straordinario Signorelli, arrivato in extremis dopo esser atterrato all’aeroporto poco prima del match, che segna ripetutamente dalla media distanza facendo venir meno le speranze di una rimonta dei locali, che intanto continuavano ad affidarsi ai canestri di Tringali e all’esperienza di Brozzu. Nel quarto periodo la partita è già decisa, gli acesi approfittano delle forzature dei locali per colpire in contropiede ed il divario aumenta fino a 25 punti; è solo la reazione d’orgoglio dei locali che riduce il gap sotto i 20 punti, con l’incontro che termina sul punteggio finale di 48-67.

Per gli acesi è la 12ma vittoria consecutiva in stagione e i punti di vantaggio sulle seconde in classifica sono ora 8, quando mancano ormai 3 giornate al termine prima dei playoff. Per Augusta è una sconfitta che fa male in chiave rincorsa ai playoff, ma i giochi per il secondo posto restano ancora aperti.

R.B.C.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.