«

»

Il Cubs ce l’ha fatta: è campione U-15!

Vittoria in finale su Barcellona… La squadra di Russo e Vaccino chiude una serie di venti successi di fila… D’Augusta Perna: «Stagione difficile, grandi aspettative per il futuro»…

2016-096_CubsBarcellona

Cubs-Barcellona 75-63

Cubs Catania: Cicero Domina 6, Garufi 4, Vasta 8, Mazzoleni 16, Corallo 2, Musumeci 19, Campisi 10, Strano, Corselli, D’Augusta Perna ne, Lo Iacono, Tringale 8. All.: Russo.
Basket Barcellona:
Rao Genovese 17, Spanò 11, Li Mura 5, Zarcone ne, Saija 12, Furnari ne, Crinò ne, Bianchi 3, Patanè 14, Iacono ne, Sottile ne, Biondo 1. All.: Coppolino.
Arbitri: Marco Attard e De Cillis.
Parziali: 17-10, 33-25, 58-43.

Il Cubs Catania Under-15 campione di Sicilia, premiato dal consigliere Aleo (foto R. Quartarone)

Il Cubs Catania Under-15 campione di Sicilia, premiato dal consigliere Aleo (foto R. Quartarone)

Il giro del campo con la coppa in mano e le medaglie al collo si conclude dietro le transenne, i 12 neo campioni di Sicilia Under-15 riservano il giusto tributo ai genitori e agli amici che hanno riempito la tribunetta del PalaCus. Il Club Unione Basket Siciliano, società satellite del Cus, vince il campionato regionale in finale contro Barcellona al termine di una partita difficile e nervosa, in cui il vantaggio supera anche i 20 punti ma poi si riduce a 12. La formazione di Gaetano Russo e Carlo Vaccino chiude così un percorso netto, fatto di venti successi di fila e anche tante soddisfazioni nelle categorie superiori (2º posto nel girone U-16 e 4º in U-18 con lo stesso gruppo).

È stata la vittoria di un gruppo che ha un quintetto “base” versatile, con ragazzi che dimostrano più degli anni che hanno per come tengono il campo e possono rivestire più ruoli, e delle seconde linee all’altezza. Non è stata la miglior partita dell’anno proprio per il nervosismo e i tanti errori al tiro (appena il 15% da tre e il 57% da due per i cussini), ma comunque con una difesa che ha limitato molto l’azzurrino Spanò e il play Saija e tenuto botta al rimbalzo.

La squadra si prende gli applausi del pubblico (foto T. Domina)

La squadra si prende gli applausi del pubblico (foto T. Domina)

«È stata una stagione difficile – afferma il capitano, Luca D’Augusta Perna, che ha perso la finale per un infortunio –, ci siamo allenati duramente, Gaetano e Carlo hanno gestito bene la squadra. Si è conclusa con la miglior prestazione! È però un peccato che non possiamo andare alle finali nazionali. I tre campionati disputati sono stati difficili, ma siamo cresciuti. In finale, tutta la squadra aveva molto timore di Barcellona, non abbiamo dato il massimo all’inizio, eravamo nervosi e spaventati, ma il coach ci ha tranquillizzato e ci ha detto di giocare come sapevamo fare: così abbiamo fatto».

La serata di mercoledì si è conclusa con il terzo tempo con le due squadre e la cena preparata da Gaetano Russo in versione chef, ma già si inizia a pensare alla prossima stagione: ci sarà da affrontare l’Under-16 e qualcuno dei ragazzi potrà assaporare anche la prima squadra. Già quest’anno alcuni si sono allenati con la formazione di C Silver.

«Per l’anno prossimo abbiamo grandi aspettative – prosegue il capitano –, vedo una stagione più complicata ma con più obiettivi. Siamo un gruppo molto unito, tecnicamente siamo buoni, tre di noi sono nella selezione regionale, si potrebbe migliorare un po’ l’attacco, ma in difesa andiamo piuttosto bene, ma siamo nella direzione giusta».

Roberto Quartarone

da La Sicilia

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>