La Lazùr (con guest-star) in amichevole a Palermo

Torneo dell’amicizia e della legalità con la Stella… Catanzaro: «Carolina Pappalardo, quanti miglioramenti!»… Il torneo esordienti di Enna…

La Lazùr che ha giocato a Palermo: Licciardello (che scatta il selfie), Morabito, Lombardo, Miceli, Pappalardo e Privitera
La Lazùr che ha giocato a Palermo: Licciardello (che scatta il selfie), Morabito, Lombardo, Miceli, Pappalardo e Privitera

Si è disputato ieri al PalaDonBosco di Palermo il 4º torneo dell’amicizia e della legalità, manifestazione femminile che ha coinvolto squadre senior, Under-18 e minibasket. Era presente anche la Lazùr Catania, che ha affrontato le padrone di casa della Stella Palermo.

«È stata una manifestazione molto ben organizzata – spiega coach Gianni Catanzaro – che ha coinvolto le ragazze per tutta la giornata. Si è disputato un triangolare Under-18 con Stella, Virtus Trapani e Termini, il torneo minibasket con tantissime ragazze della Stella e di altre società e infine la partita senior tra noi e le padrone di casa. Abbiamo vinto, ma solo per la cronaca visto che era un’amichevole con il tempo scorrevole, e ci ha premiato il sindaco Leoluca Orlando».

Organizzato per il quarto anno di fila dall’ASD Stella Basket, la manifestazione è stata patrocinata dal Comune di Palermo, in collaborazione con il Coni Sicilia, dalla FIP, e supportata da Confindustria Palermo. Tra le fucsiablu c’era in campo un’amica… «C’era la guest star – scherza l’allenatore –. È tornata da Napoli Carolina Pappalardo, si sta allenando con noi in attesa di sapere dove giocherà la prossima stagione. La differenza si vede rispetto alle scorse stagioni, quest’anno è migliorata molto. Ha anche giocato qualche minuto in Serie A1, esordendo contro Schio».

Oggi Catanzaro è invece a Enna, dove la locale Consolini ha organizzato un raduno per le esordienti. «Oltre alle padroni di casa, c’erano le mie ragazze della Virtus Augusta, la Passalacqua Ragusa e Giarre. È stato una sorta di Pink Day con minipartite 4vs4 e gare miste, due per le 2004 e due per le 2005-’06, il tutto in grande amicizia e senza punteggi. È stata una manifestazione che dà speranza, spero che Enna si iscriva al prossimo campionato giovanile, perché ha dei bei numeri. Aspettiamo anche un torneo che vorrebbero organizzare a Giarre».

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.