Alfa e Gravina a braccetto per i terremotati

L’amichevole tra le due società: raccolti 330€ per la protezione civile… Prossimi impegni: Gravina contro Siracusa e poi Cus, l’Alfa prepara un torneo…

2017-012_AlfaGravina

Alfa-Gravina 54-64
Parziali:
 9-18, 22-31 (13-13); 33-44 (11-13), 54-64 (21-20).
Leonardo da Vinci di Catania, 4 settembre, 11:00

Polisportiva Alfa: Byrd 17, Gottini 8, Ferrara 6, Signorello ne, Belluomo ne, Saccà 1, Commissaris 6, Ferraro 13, Famà, Arcidiacono ne, Licciardello, Pennisi 3. All.: Bianca. Vice: Taormina.
Sport Club Gravina: R. La Mantia, G. La Mantia 9, Casiraghi 21, Barbera 4, Genovesi, Verzì 2, Spina, Duscio, Santonocito 6, Livera 14, Consoli 8, Formica ne. All.: Marchesano.
Arbitri: Parisi e Moschitto. Udc: Cosentino e Gigliuto.

La Catania cestistica è vicina a tutti i paesi colpiti dal terremoto del Centro Italia. Ieri mattina al Leonardo da Vinci Alfa e Gravina hanno dato vita a un’amichevole che ha avuto sì un valore tecnico (vittoria per 54-64 degli ospiti) ma soprattutto è servita a raccogliere fondi da inviare alla protezione civile per aiutare le vittime del terremoto: 330€.

«L’idea è nata guardando i telegiornali – spiega Peppe Marchesano, allenatore del Gravina –. Viene spontaneo: facendo sport a contatto con le persone si pensa di poter aiutare chi è meno fortunato, di poter raccogliere fondi e fare qualcosa di concreto».

«Ci pensavo da tempo – interviene coach Andrea Bianca della Polisportiva Alfa –, complimenti a Marchesano che mi ha anticipato, ma è stata un’idea nata insieme, senza bisogno di discuter più di tanto. Di fronte a cause superiori dimostriamo di poter organizzare un evento che dà un senso di civiltà e solidarietà».

Il lato tecnico, dunque, è stato meno importante, ma comunque utile in vista del campionato. «Si è riassaporato il clima del derby – prosegue Bianca – ma gli spunti agonistici vengono meno per fronteggiare la causa comune. Alfa e Gravina sono amici più che mai». «Per noi aveva un aspetto motivazionale importante – chiude Marchesano –: era la prima partita dopo tre settimane di preparazione, da un punto di vista tecnico continuo a vedere qualcosa. Ma il fine era fare la raccolta».

 

Il Gravina comunque è stato molto più intenso ed è stato trascinato da Casiraghi, l’Alfa è sembrata imballata dai carichi di lavoro. Prossimo impegno per il Gravina è martedì alle 20:30 a Siracusa, poi mercoledì stesso orario in casa contro il Cus Catania. La Polisportiva Alfa sta preparando un torneo con i fiocchi per il 16 settembre.

Roberto Quartarone
da La Sicilia, p. 42

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.