Refresh the Game, tutto pronto per domani

Marco Belinelli a Catania… Parlano Marchesano, Bianca e Guadalupi in vista del torneo… Due nuovi acquisti presto per il Cus… Di Piazza: «45′ per veicolare il basket in carrozzina»…

2017-016_marcobelinelli

Marco Belinelli a Catania

La notizia della settimana è la presenza di Marco Belinelli a piazza Università, all’evento Refresh the Game di venerdì 16 settembre dalle 15 alle 20. A dare sostanza al ritorno del basket nel cuore della città (che manca dalla notte bianca 2009) ci penserà il quadrangolare tra le quattro formazioni maschili della provincia di Catania, Gravina, Cus Catania, Alfa e Adrano, che disputeranno delle minipartite, e l’esibizione del Cus Cus di basket in carrozzina.

Giuseppe Marchesano durante Cus Catania-Battiati dello scorso campionato (foto Giuseppe Lazzara)

Giuseppe Marchesano (foto Giuseppe Lazzara)

I tre coach delle formazioni di Serie C vedono l’impegno in maniera abbastanza simile: «Il torneo sarà dimostrativo, con partite brevi, poco allenante – riassume Giuseppe Marchesano del Gravina -. È giusto presenziare e nei derby ognuno di noi vorrà esprimere qualcosa di positivo, puntando sull’intensità, ma dipenderà anche dal campo e dal meteo». Del Cus mancherà qualche pedina: «In molti lavorano – spiega coach Giuseppe Guadalupi – stasera all’amichevole contro Mascalucia faremo la conta». In casa Alfa le mini partite hanno un significato particolare: «Sarà una manifestazione coreografica – afferma Andrea Bianca -, ma a noi interessa presentarci bene perché le partite fatte finora rendono necessaria una scossa».

Gabriella Di Piazza (foto Anastasi)

Gabriella Di Piazza (foto Anastasi)

«È una bella manifestazione – attacca coach Gabriella Di Piazza, che guida da quest’anno il Cus Cus – e ci fa piacere che siano stati sensibili gli organizzatori a coinvolgerci. Sono ultra-felice di quest’esperienza, i ragazzi sono entusiasti e c’è un clima sereno. Ci daranno 45′, al fianco delle altre squadre, casca a fagiolo con i Giochi Paralimpici, dove assistiamo a lezioni di sport ogni giorno. Siamo contenti di essere stati interpellati, sarà un modo per far vedere il basket in carrozzina a chi non affronta lo sport: qualsiasi manifestazione può veicolare il messaggio che chiunque può fare sport, così può superare i problemi e dare un nuovo gusto alla vita. È anche un riconoscimento dell’attività del Cus Cus, grazie all’attività del Cus e del Cannizzaro».

Carmelo Carbone e Andrea Bianca

Carmelo Carbone e Andrea Bianca

La formazione universitaria viene dalla positiva vittoria in amichevole proprio sull’Alfa, al termine di una partita sentitissima e dunque tesa: «In realtà, i giovanissimi li ho fatti giocare io – precisa Guadalupi –  Tra i 2001, soprattutto Andrea Cicero, che ha giocato 15’ abbondanti ed è andato bene marcando e venendo marcato da Javonte Byrd. È stata una partita equilibrata, loro sono andati anche 5-6 sopra, ma nell’ultimo quarto ho messo il quintetto base e abbiamo vinto di tre. Purtroppo la squadra è ancora incompletaTagliareni torna a Palermo, Selmi torna a Torino, Caltabiano è fermo. Vitale però sta tornando in forma, giocherà accanto ad Abramo e Lo Faro, con Gigi Russo e Bonaccorsi sotto canestro. Sono quasi ufficiali gli innesti di Russo e Quattropani. Stasera giochiamo contro Mascalucia, poi faremo un’altra amichevole contro Ragusa».

 

Peppe Guadalupi lo scorso anno a Gravina (foto G. Lazzara)

Peppe Guadalupi lo scorso anno a Gravina (foto G. Lazzara)

L’Alfa, invece, ancora non è riuscita a festeggiare nel precampionato, dopo gli stop contro Bryant, Gravina e, appunto, Cus: «Contro il Cus non è successo niente di eccezionale – afferma Andrea Bianca -, in ogni caso è tempo che vengano fuori dei frutti più consistenti dalle amichevoli: lo dobbiamo alla società, al presidente e ai suoi sforzi. Siamo una realtà solida e che si sta allenando bene, vincere è un segno di rispetto verso di lavoro fatto. I carichi di lavoro influiscono, adesso dobbiamo sistemare le rotazioni dei lunghi, perché l’infortunio di Arcidiacono ci ha dato qualche problema». I tempi di recupero dell’ala grande acese sono ancora di circa 30-45 giorni.

Stasera alle 20 giocherà invece il Gravina in amichevole contro Siracusa. «Qualcuno è affaticato, manca Casiraghi, ma siamo molto concentrati in vista di quest’amichevole. Poi vorremmo incontrare Ragusa e Basket School». Basket Catanese seguirà l’evento con una diretta video sulla pagina Facebook e la presenza di quattro inviati speciali: Giordana Famoso, Valentina Parisi, Santo Pappalardo e Fabio Patanè.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Lascia un commento

Your email address will not be published.