Il ritorno a casa di Riccardo Cantone

La consulenza con l’Olimpia Battiati, due giorni al mese… «Esperienza nata grazie a Carmelo Viola, mi diverto. I ragazzi avranno percorsi individualizzati»…

2017-026_allenamentobattiati

Riccardo Cantone parla con Mattia Viola (foto R. Quartarone)
Riccardo Cantone parla con Mattia Viola (foto R. Quartarone)

Che piacere vedere Riccardo Cantone lavorare, con l’energia di sempre, con i ragazzi dell’Olimpia Battiati! Sabato 22 e domenica 23 l’allenatore catanese, reduce da cinque anni da responsabile delle giovanili di Agrigento, ha svolto le prime due sessioni di allenamento nell’ambito di un nuovo progetto avviato dalla società di Carmelo Viola, per la crescita dei gruppi iscritti ai campionati Under-15, U-14 e U-13. Il coach sarà al PalaBattiati due giorni al mese per questa stagione, collaborando con Mattia Viola e Gabriella Di Piazza, responsabili tecnici dell’Olimpia.

«L’esperienza a Battiati nasce per la mia amicizia con Carmelo Viola – spiega Cantone –, nata ai tempi della televisione in bianco e nero, e perché mi diverto a stare in campo con i bambini, nonostante l’età. Prima scherzando, poi seriamente, è nata quest’idea della consulenza una volta al mese, approfittando della mia forzata sosta, anche se in realtà lavoro più di prima!» Cantone sta imparando i nomi di tutti i suoi ragazzi, uno a uno, e inizierà un lavoro individualizzato che permetterà una crescita del gruppo e dei singoli cestisti.

Il gruppo a colloquio con il coach (foto R. Quartarone)
Il gruppo a colloquio con il coach (foto R. Quartarone)

«Mi occupo dei gruppi Under-13 e U-14/15 – prosegue il coach, già playmaker del Gad Etna negli anni settanta, assieme agli istruttori dell’Olimpia. Lavoriamo in grande sinergia con l’obiettivo di costruire un percorso didattico che possa portare a una crescita, non solo tecnica, dei ragazzini. Do anche un supporto d’esperienza e di tecnica agli istruttori. Il lavoro avrà tante tappe: ogni ragazzo verrà monitorato, per cui si realizzerà un percorso tecnico individualizzato. Questo percorso mi attira tantissimo perché mi diverto, poi torno nella mia città e rivedere i miei amici è meraviglioso».

Come detto, quest’esperienza nasce da un’amicizia nata al PalaSpedini negli anni settanta. «Il motore di tutto questo è quel signore con i capelli bianchi, Carmelo, che è parte di un gruppo di persone (Natale De Fino, Carmelo Carbone, Gaetano Russo) che sono la vera anima cestistica di questa città». Ed ecco che l’esperienza di Riccardo Cantone torna al servizio dell’ambiente catanese, un’occasione da non perdere.

Photogallery sulla pagina Facebook dell’Olimpia Battiati.

Roberto Quartarone
Twitter: @rojoazul86

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.