La Lazùr non è un fuoco di paglia

Vittoria di 10 punti contro la Rescifina… Terzo periodo mostruoso: pressing alto e Lombardo assoluta protagonista… Ottima condizione atletica…

RESCIFINA MESSINA-LAZUR CATANIA 42-52
PARZIALI 11-11; 21-17; 27-41;
RESCIFINA MESSINA: Gugliotta 3, Mantineo, Marchese7, Scionti 4, Davi’2, Vento 10, Ripellino 6, Polizzi, Libro 6, Castro, Spadaro 2, Romeo 2. Allenatore: Interdonato-Malaja
LAZUR CATANIA: Cutugno 8, Giordano 4, Hristova, Messina 6, Lombardo 22, Scollo, Cardillo ne, Privitera, Granata, Caruso 12. Allenatore: Catanzaro
ARBITRI: Lucifero di Milazzo e Di Bella di S. Filippp del Mela

La Lazur ripete la buona prestazione di sabato scorso contro la Rainbow e porta a casa il secondo successo di fila in campionato, superando al PalaTracuzzi di Messina la locale Rescifina di coach Interdonato. Buon inizio della Lazur che si porta sul 6-0 grazie alla buona verve offensiva di Hristova e Lombardo ma pian piano le padrone di casa entrano in partita e chiudono in parità il quarto a 11 grazie a Romeo e Vento. Secondo quarto in cui la Lazur fa fatica in fase offensiva; così Rescifina, guidata da Marchese si porta fino al + 9, prima che coach Catanzaro disponga una zone-press a tutto campo che si rivela l’arma vincente è che consente alla formazione catanese di recuperare 5 punti (all’intervallo lungo 21-17 per le locali). Sulla falsariga degli ultimi minuti del tempino precedente, la formazione catanese disputa un terzo tempo ‘mostruoso’: grazie al pressing alto, Caruso e compagne recuperano decine di palloni tradotte in pregevoli giocate offensive. Si erge ad assoluta protagonista Martina Lombardo, mvp dell’incontro con 22 punti realizzati, ma vanno sottolineate anche le prestazioni di Caruso, Messina, Cutugno e di Hristova, autentica dominatrice sotto le plance. La Lazur vince il terzo quarto 24-6 ed inizia l’ultimo parziale sopra di 14; la formazione di coach Catanzaro non modifica la propria aggressività difensiva e sfrutta i limiti delle messinesi che preferiscono attaccare la zona, coinvolgendo le lunghe piuttosto che sfruttare il tiro da fuori di Vento e Marchese. Così la Lazur controlla senza troppe difficoltà gli ultimi minuti del match e porta a casa il secondo successo stagionale. Nota di merito va ascritta alla notevole condizione atletica evidenziata dalla formazione catanese, grazie al lavoro costante del preparatore atletico Giovanni Giustino. Prossimo appuntamento per la Lazur sabato prossimo alle ore 18 contro CusUnime Messina.

Comunicato Stampa Lazur Catania

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.