Paternò trova le giuste motivazioni contro l’Alfa

Ritmi molto alti, buon gioco di entrambe le squadre… Costanzo Show, ma anche Fiorito e Gemmellaro si scatenano… Puglisi caldissimo e bene gli Splash Brothers Pennisi-Saccà…

2017-043_paternoalfaBASKET CLUB PATERNO’- POLISPORTIVA ALFA   63-54
Parziali: 14-22, 25-34 (11-12); 40-42 (15-8), 63-54 (23-12).

Basket Club Paternò: Costanzo 9, Pappalardo, Russo 2, Musumeci © 2, Fiorito 20, Asero 13, Cosentino ne, Gemmellaro 15, Caserta, Bauso ne, Emanuele, Mantegna 2. All.: Santangelo
Polisportiva Alfa: Puglisi 12, Pennisi © 16, Rapisarda 4, Agrifoglio ne, Borzì 3, Belluomo 3, Carbonaro 2, Santuccio ne, Riolo, Saccà 11, Conti 2, Patanè 2. All.: Condorelli
Arbitri: Cavallaro e Barbagallo.

Salvo Asero (foto A. Dipolito)
Salvo Asero (foto A. Dipolito)

Al palazzetto di Paternò va in scena la seconda giornata del campionato di Promozione; campionato che ha sempre regalato gioie ed emozioni a tutti gli appassionati di questo sport dato che in campo si trovano spesso vecchie glorie e giovani rampanti che vogliono dimostrare di valere qualcosa.

I ritmi sono stati molto alti ed entrambe le squadre hanno espresso un buon gioco e nonostante il vantaggio mantenuto per molto tempo dalla squadra ospite, il Basket Club Paternò è riuscito  a spuntarla nel finale dopo che le squadre sono state punto a punto per tutto l’ultimo quarto.

Nei primi due quarti la squadra che domina è la Polisportiva Alfa, merito di un Puglisi caldissimo dai tre punti e degli “Splash Brothers” catanesi Pennisi e Saccà che realizzano e creano gioco. La squadra paternese prova a rimanere a galla grazie ai canestri di Forito (22 punti alla fine per lui) e Asero, ma l’attacco inizia a dimostrare debolezze, nel secondo quarto, contro l’ottima difesa a zona alfista. Si va all’intervallo con il punteggio di 25 a 34.

Marco Puglisi (Foto A. Dipolito)
Marco Puglisi (Foto A. Dipolito)

Negli ultimi due quarti cambia la partita: Paternò trova più continuità in attacco e gli under Costanzo e Gemmellaro realizzano canestri decisivi per la rimonta e il sorpasso che si concretizza all’inizio del quarto periodo. Nell’ultimo periodo inizia il “Costanzo show”  (solo un omonimo dello show del conduttore televisivo italiano). L’under paternese con una serie di penetrazioni riesce a incidere sul risultato e porta avanti la sua squadra fino al risultato finale di 63 a 54.

La Polisportiva Alfa non è riuscita a mantenere il vantaggio acquisito nei primi 20 minuti, forse a causa della stanchezza dovuta alla scarsa rotazione dei cambi da parte dell’allenatore; i giocatori infatti hanno pagato la poca lucidità al tiro e la poca intensità difensiva nel finale e si sono ritrovati a subire i continui attacchi del Basket Club Paternò che, invece, non è partita per niente bene ma ha trovato, nel corso della partita, la giusta motivazione per vincere e per rendere felici i tifosi, che in alcuni tratti hanno dimostrato, con le loro parole verso gli arbitri, di essere sicuramente studenti di Cambridge e Oxford. Ma il campionato di Promozione è bello anche per questo.

Alessandro Randazzo

Grande basket al palazzetto di via Bologna, tra il Basket Club Paternò e Polisportiva Alfa, finta 63 a 54 per il Paternò.

Una gara emozionante che ha lasciato con il fiato sospeso il numeroso pubblico intervenuto. Partenza veloce che ha visto le formazioni alternarsi nel punteggio. Nel primo quarto, la Polisportiva allungava sul punteggio grazie ad una serie di canestri da tre punti ed una difesa attenta che lasciava poco spazio ai locali. Alla ripresa del gioco, dopo l’intervallo, il Paternò, sotto di quattordici punti, tornava in campo determinato, cominciando una rimonta contro una squadra che sembrava aver perso lo smalto iniziale. Nel finale, di una gara che continuava ad essere combattuta punto a punto, il Paternò riusciva a superare gli avversari che sembravano incapaci a reagire. Match avvincente ma soprattutto corretto visto l’esiguo numero di falli commessi.

Agatino Dipolito

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.